Follow by Email

giovedì 22 ottobre 2015

Le funzioni della psiche sullo sviluppo psichico individuale


Le quattro funzioni della psiche sono:
Sensazione, pensiero, sentimento e intuizione.
Le due funzioni razionali sono pensiero e sentimento e sono opposte l'una all'altra e le due funzioni irrazionali sono sensazione e intuizione altrettanto opposte tra loro.
Quando l'una o l'altra delle funzioni di questa struttura fondamentale diventa cosciente o quando addirittura, in condizioni ottimali, le funzioni che diventano coscienti sono tre, si ha come effetto una trasformazione della stessa struttura fondamentale della psiche.
Se dall'inconscio emerge un campo di coscienza, tale cambiamento provoca anche un'alterazione della struttura dell'inconscio stesso.
Già all'età dell'asilo possiamo osservare lo sviluppo di una funzione principale attraverso la preferenza del bambino per una data occupazione o il suo comportamento nei confronti di un altro bambino.
I bambini come gli adulti tendono a fare spesso quello in cui riescono bene e a evitare ciò in cui non riescono.
La tendenza è  quella di rimandare o delegare ad altri quelle mansioni verso le quali non ci sentiamo particolarmente dotati. Questo comportamento naturale non fa altro che accrescere l'unilateralità.
Anche l'ambiente esterno come la famiglia rafforza le tendenze unilaterali preesistenti i cosiddetti doni di natura contribuendo a sviluppare la funzione superiore e a lasciare che l'altro lato della personalità degeneri lentamente.
Il tipo distorto tende a verificarsi, allorché l'atmosfera che circonda un individuo lo costringe  a sviluppare una funzione diversa da quella originaria.
I tipi distorti presentano vantaggi e svantaggi.
Gli svantaggi risiedono nel fatto che viene loro impedito, sin dall'inizio, di sviluppare la loro disposizione principale e quindi rimangono un po' sotto il livello che avrebbero raggiunto se fosse stato loro consentito di svilupparsi in modo unilaterale.
Facendo ritorno al tipo originario questi soggetti riescono molto rapidamente ad acquisire l'altra funzione e raggiungere uno stato evoluto.
Tratto da "Tipologia psicologica" di M.L. von Franz

Nessun commento:

Posta un commento

Google+