Follow by Email

sabato 22 febbraio 2014

Meditazioni con gli Alberi e Fiori di Bach

Questo post l'ho creato con tanto amore...e spero possa essere utile a tante persone che amano la Natura e tutte le sue manifestazioni, a tutti coloro che quando cercano loro stessi fanno le lunghe passeggiate nel verde, e immergono loro stessi nella meravigliosa flora intorno a noi che spesso passa inosservata o inesplorata....
"L'albero , guaritore e amico."
Gli alberi sono piante della più grande e più avanzato della Terra sul piano spirituale . Meditando in ogni momento accanto alla loro energia sottile che è la loro lingua naturale. Aumentando il contatto con l'albero, la padronanza della lingua aumenta, si può cominciare a costruire un rapporto con loro . Aiuterà ad aprire i canali energetici e coltivare la calma , la presenza e la vitalità . Tu , a tua volta , può aiutarli con le serrature e le aree indebolite . Si tratta di un rapporto reciprocamente vantaggioso che deve essere coltivato.
La scelta di lavorare con un albero.
Nel corso della storia , gli esseri umani hanno sempre utilizzato tutte le parti della pianta come rimedio per curare.
I migliori alberi per guarire sono soprattutto i pini .
I pini irradiano energia Chi, nutrono il sangue , rafforzano il sistema nervoso e aiutano a prolungare la vita .
Nutrono anche l'anima e lo spirito .
I Pini sono "Alberi Immortali" .
Mentre i pini sono spesso la scelta migliore , è possibile utilizzare molti altri alberi o piante.
Tra i più potenti ci sono gli alberi che crescono accanto all'acqua corrente .
Fonte

Da questo post mi è venuta l'idea di crearne uno più completo di nozioni sulla meditazione con gli alberi.
 Mi è tornato in mente un testo sui fiori di Bach in cui c'era proprio il riferimento alla meditazione vicino alle piante, e i loro effetti.
In alcune tradizioni ci sono dei rituali sciamanici antichi nei quali ci si arrampica su un albero come acensione spirituale dell'essere.
E' formidabile quanto la natura sia completa di tutto ciò che è utile all'armonia corpo-anima e di come intorno a noi (anche se stiamo distruggendo questa risorsa) esista una farmacia naturale che basterebbe decodificare con il cuore per accedervi... dal testo:
"Il contatto diretto, l'abbraccio, la contemplazione e la meditazione con queste particolari piante, soprattutto nel loro periodo di fioritura, permetterà di conoscere a fondo la loro natura interiore e profonda e di instaurare con loro un canale vibrazionale, che a volte già da solo potrà rafforzare la forza vitale ed instaurare un processo di guarigione psicosomatica.
Cercare e preferire le piante e gli alberi che si riconoscono come "tipo" o "aiuto", cogliere i fiori delicatamente e inalarne il profumo portandolo in noi con una respirazione lenta e profonda e assaporarne la rugiada quando è possibile, tenerli in mano o sul corpo durante la meditazione o la contemplazione della natura, farne un atto sacro e spirituale, un esperienza intima, personale e gelosamente privata.
"Iniziazione alla Guarigione Esoterica" di O.Sponzilli e A.Luciani
Fiori di Bach

Ad esempio meditare sotto un albero di noce (Walnut) se ci si vuole proteggere dalle influenze esterne,
oppure sotto un albero di di melo selvatico (Crab Apple) se si cerca la purezza o se ci si vuole disintossicare,
sotto un faggio (Beech) se vogliamo stimolare l'altruismo o ci sentiamo intolleranti verso una situazione o gli altri,
sotto il mirabolano, una specie di ciliegio (Cherry Plum) se vogliamo curare un esaurimento nervoso o se vogliamo più lucidità mentale,
sotto l'ippocastano (Chestnut Bud) per l'apprendimento in genere,
all'agrifoglio (Holly) se vogliamo aprire e beneficiare al chakra del cuore,
o sotto all'agrifoglio (Honeysuckle) se non riusciamo a staccarci dal passato,
oppure al larice (Larch) se i nostro problema è l'autosvalutazione, l'insicurezza sulle nostre potenzialità,
alla quercia (Oak) se abbiamo bisogno di vitalità e rinvigorimento fisico,
all'ulivo (Olive) se abbiamo bisogno di forza interiore e spirituale,
al pino selvatico o silvestre (Pine) per liberarci dal complesso di colpa ma anche dalle "catene del peccato originale",
sotto l'ippocastano rosso (Red Chestnut) per distaccarci spiritualmente dagli agenti esterni,
oppure sotto l'ippocastano dolce (Sweet Chestnut) se abbiamo bisogno di pace interiore,
vicino alla rosa canina (Wild Rose) se stiamo passando un periodo di apatia, se pensiamo ci stiamo rassegnando alla vita che non ci va...
sotto il salice giallo (Willow) per imparare a perdonare, liberandoci dal rancore dalla rabbia....
e così via....

Percorso Spirituale con i Fiori di Bach 

Nel link sopra ci sono tutti i fiori con la loro funzione spirituale, che in fondo se in disarmonia crea delle problematiche fisiche che psicosomaticamente rispecchiano il disagio interiore.(Psicosomatica)
Consiglio di approfondire la conoscenza dei Fiori di Bach perchè sono una risorsa preziosa per gli esseri umani e le loro problematiche, sono un mondo da scoprire e da incorporare nella propria vita....


Guardate cosa gli alberi possono insegnarci, questa è una meditazione per equilibrare e vitalizzare il chakra della base, da YouTube:
Meditazione con l'albero: equilibrare le nostre radici

Nell'AniMo Antico

Nessun commento:

Posta un commento

Google+