Follow by Email

venerdì 27 dicembre 2013

Coscienze Spirituali: Giovanni Parrino

Quando il tuo cuore è colmo d'Amore,
di quell'amore universale e non più individuale,
che non ti fa mai sentire solo, in nome del quale cambi la tua vita,  in nome del quale spesso le tue decisioni mettono da parte la tua esistenza da singolo individuo per quella interconnessa con il Tutto...
Quello stesso Amore che ti fa comprendere le esigenze degli altri in modo profondo,
che ti fa immedesimare nelle sofferenze e nelle gioie di chi neanche conosci,
che ti fa sentire parte della natura rispettandola come una madre e amare gli animali come fossero tuoi fratelli..
Che ti pone al servizio di chi ha bisogno, in modo discreto, senza far rumore per esser notato...
o come un uragano per avere l'attenzione e il risveglio delle coscienze sopite...
O che semplicemente ti fa ascoltare col cuore e non solo con le orecchie chi ti racconta la sua storia...
Da quel punto in poi, il velo sociale ridotto solo ai cinque sensi cade, perché è quell'Amore che ti fa capire come sentirsi parte del Tutto, e quindi come e dove attingere per capire gli altri...
Il famoso Sesto Senso è nient'altro che questo...
Ho scelto una delle poesie di un "amico spirituale", che sta vivendo un'esperienza in Africa al servizio dell'umanità, che ha deciso di mettersi a disposizione dei sofferenti, dei deboli, al quale ho chiesto un giorno se avesse delle capacità sensitive... e nella risposta lui mi disse di avere solo "tanto amore da dare"...
Questa poesia è la prova stessa che è l'amore il motore della "sensitività" intesa come stato di coscienza superiore, da cui si attinge per comprendere il senso della vita...
 Ecco che nell'interconnessione si riesce a percepire ciò che rimane impercepibile per chi rimane nell'individualità, solo una mente illuminata riesce a concepire spontaneamente dei versi così particolati come questi:

"Le stelle del mio destino sono incise nella mia anima,
bruciano di energia universale per portarmi a compimento,
al fine di realizzare ciò per cui sono venuto in questo Mondo...
Ardono l'energia del Leone di fuoco inestinguibile,
ravvivan...
o il mio sonno di sogni celestiali...
Forza immensa nello sfinimento...
Via Segreta nell'oscurità...
verso la nascita della creazione…nella casa degli eletti...
Rapidamente mi perderò nel cosmo...
Io Sono!!! Particella dell'Universo...
Frammento dell'Origine e Sostanza della Fine....
Io Sono l'Universo...."
(Giovanni Parrino, 13 Luglio 2013, ore 13.03 a Gibuti)


Ringrazio Giovanni per avermi concesso una delle sue poesie per crearne un post, come si può evincere dai versi, l'ispirazione delle parole è di tipo archetipico....
Ho spesso notato che gli stessi simboli continuano a manifestarsi spontaneamente nelle coscienze "impreziosite", le mie letture di Jung hanno chiarito questo mio pensiero nato dal notare questo fenomeno diverso dall'emulazione, o dalla moda, in vari soggetti che abbracciano un cambiamento autentico che scaturisce dal cuore inteso come centro dell'Amore universale...
Mi piace cercare tutto ciò nelle persone meno consapevoli di essere "evoluti spiritualmente", perché è proprio lì che si trova qualcosa di puramente spontaneo e attinto dall'inconscio collettivo senza la contaminazione della propria cultura personale.




Nessun commento:

Posta un commento

Google+