Follow by Email

martedì 22 ottobre 2013

Lateralità Destra e Sinistra e Rapporto con i Genitori



Ho voluto creare questo post perchè molte informazioni sull'argomento sembra dicano il contrario, ed effettivamente se non fosse che ho riscontrato su di me la veridicità, sarei rimasta con la teoria opposta.
Secondo Michel Odoul la destra del corpo è in rapporto con la figura materna e la sinistra con quella paterna, oltre alla spiegazione del libro da lui scritto "Dimmi dove ti fa male. Glossario psico-energetico" vorrei dire cosa ne penso io e la mia esperienza personale.
Credo che se l' emisfero destro rappresenta la parte femminile di ogni essere umano e la parte corrispondente del corpo è la sinistra, da qui ne va che, in psicologia la figura più importante di riferimento per una figlia sia il padre, e viceversa, lo stesso discorso vale per un figlio maschio del quale è la madre.
Ne deriva già che la parte sinistra essendo "femminile" nel corpo dell'essere umano, ci "parla" del rapporto col padre mentre quella destra essendo "maschile" ci "parla" di quello con la madre.
Sto parlando di qualcosa di molto profondo, inconscio e archetipico; molti potrebbero pensare che per una figlia il rapporto con la madre sia importante e lo è... è fondamentale.. ma qui si tratta di meccanismi del corpo più complessi che andrò a spiegare in chiave più metafisica in seguito.
Io personalmente, ho riflettuto molto su questa teoria perchè ho avuto, nel corso della mia vita, diversi problemi ad all'occhio sinistro, problemi un po' particolari, mi ha fatto riflettere il fatto che per quanto abbia un rapporto conflittuale con mia mamma (e ditemi chi non ce l'ha), i traumi più importanti li ho avuti dalla relazione completamente anaffettiva con mio padre, tra l'altro mia sorella ha una fortissima miopia, strabismo (corretto)e astigmatismo fin da piccolina.
Relazione che è andata peggiorando con la fine della pubertà, da cui sia io che mia sorella abbiamo avuto l'aggravarsi dei problemi e relativo distacco di nostro padre, sempre affettivamente parlando.
Ricordo che gli occhi, psicosomaticamente parlando, sono legati al sentimento.
Ho riportato questa mia testimonianza perchè, quando lessi il libro mi fece molto riflettere, e spero possa essere utile a tutti coloro che leggeranno il post e magari interrogandosi sul perchè dei loro problemi possano almeno psicologicamente sbloccare l'energia stagnate che provoca il loro mali considerando l'alternativa della relazione madre-destra e padre-sinistra.
Eccezion fatta per tutti i problemi che ci portiamo da prima della nascita a livello congenito perchè hanno la valenza opposta.

Ora andrò a riportare il testo in cui Odoul ci esplica il suo punto di vista:
"L'Oriente fa una profonda distinzione tra il manifesto e il non manifesto, tra ciò che precede la nascita, Cielo Anteriore e ciò che viene dopo, Cielo Posteriore.
Come possiamo vedere, il Cielo Anteriore e il Cielo Posteriore presentano entrambi una destra e una sinistra. Cionondimeno, constatiamo che sono invertite.
Quest'inversione ci permette di capire il perchè la psicomorfologia e la psicologia moderna collochino, a livello del corpo umano, il rapporto con la madre sul lato sinistro e con il padre sul destro, mentre la medicina tradizionale cinese e la filosofia taoista fanno il contrario.
L'Oriente si focalizza sul "qui e ora" del vissuto attuale e reale, del manifesto, del cielo posteriore.
Il corpo fisico e la realtà materiale sono per gli orientali importantissimi perchè attraverso di loro lo Spirito si esprime. E' infatti a questo livello (e non nel Cielo Anteriore) che si manifestano le malattie.
Sono invertite come accade con l'immagine della realtà percepita dall'occhio e quella invertita trasmessa al cervello che la ricostruisce. 
Il lato destro del corpo è quindi, per gli orientali, in rapporto con lo Yin e di conseguenza con la simbologia materna, mentre il lato sinistro è in rapporto con lo Yang e quindi con la simbologia paterna.
Quindi tutti i sintomi a livello fisico e i traumi sono elementi eloquenti e rivelatori di ciò che accade nel profondo di noi in relazione ai rapporti esterni. Considerando che appartengono al manifesto, al Cielo Posteriore, tali manifestazioni vengono codificate dalla lateralizzazione proposta dagli orientali (destra=madre).
Tutto ciò che ha a che ha luogo nella psicologia, nell'immaginario e nel sogno o la cui forma è stata concepita prima della nascita, appartiene invece al Cielo Anteriore e per tanto corrisponde alla lateralizzazione occidentale (sinistra=madre).



E' inoltre un errore ritenere che ad agire sui traumi o le malattie sia il cervello mediante il sistema nervoso centrale, motorio, ad intervenire non è questo sistema nervoso gestito dal Conscio, bensì, il sistema nervoso cosiddetto autonomo o neurovegetativo, guidato dal Non-Coscio.


Fonte: Michel Odoul "DIMMI DOVE TI FA MALE Glossario Psico-energetico"

Cercare nelle proprie esperienze di vita, sia nelle malattie che nei traumi e anche gli incidenti che possono sembrare al di fuori della nostra volontà  La Nostra Anima ci Parla attraverso il Corpo, ora con una maggiore consapevolezza sui perchè e soprattutto da quale conflitto.
E' sempre più importante guardarsi dentro per potersi Liberare e per far si che i segnali dell'anima possano renderci consapevoli di ciò che ci accade.
Imparare ad accettare questi segnali equivale ad imparare ad ascoltare la nostra Anima...
Nell'Animo Antico

83 commenti:

  1. Bello il tuo Blog!! Molto bello.
    Mi chiamo Marco e leggendo il tuo post ho riflettuto sui miei problemi fisici che sono tutti a sinistra. Ho sempre attribuito la colpa a mia madre proprio perché erano tutti a sinistra. Ma andando a vedere il rapporto tra mio padre e mia madre così come l'ho visto fuori di me e così come l'ho interiorizzato, mi sono accorto che i giudizi di mia madre verso mio padre si sono manifestati in me attraverso i sintomi fisici. Percui dopo aver letto il tuo post ritengo che sia l'interazione tra queste due parti a generare i problemi. In questo caso la mia parte sinistra è espressione di una mancata accettazione da parte della mia parte destra ..... ti torna una cosa del genere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Marco, il nostro corpo è l'espressione manifesta della nostra anima e non solo ognuno di noi è unico e speciale... da quando mi sono appassionata alla psicosomatica ho scoperto è compreso che nulla è una legge assoluta ed importante leggersi dentro... questo post nasce per dare una spiegazione ulteriore alla lareralità dei problemi fisici rapportati ai nostri sentimenti e soprattutto al rapporto con i nostri genitori.
      Se siamo in grado di guardare dentro di noi siamo in grado di comprendere i nostri problemi quindi sì hai centrato il tuo caso grazie alla tua ricerca di te stesso e anche alle varie nozioni della psicosomatica che, a differenza della medicina tradizionale, tiene presente la nostra unicità!
      Grazie per apprezzare :)

      Elimina
  2. Secondo voi puo essere associata la parte destra al marito e non al padre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si padre, marito, fratello... cmq è relativa a un affetto al maschile

      Elimina
    2. Assolutamente si padre, marito, fratello... cmq è relativa a un affetto al maschile

      Elimina
  3. mi scuso.... volevo dire la parte sinistra e non la destra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è chi associa la destra al maschile e la sinistra al femminile
      Però io credo che questo post spieghi molto bene il tutto

      Elimina
    2. C'è chi associa la destra al maschile e la sinistra al femminile
      Però io credo che questo post spieghi molto bene il tutto

      Elimina
    3. Posso raccontarvi cosa mi è accaduto due anni fa.
      Mi pulsava molto la vena destra e avevo dei dolori nella parte destra della testa. Passarono alcuni giorni e ricevetti una telefonata dall'ospedale, mio padre era stato ricoverato.
      Quindi il segnale del mal di testa, dato che non ne soffrivo fino a qualche tempo fa, l'ho interpretato come energia maschile. Pian piano mio padre si stava riprendendo e stavo sempre meglio non soffrendo più di mal di testa in quel periodo.

      Elimina
  4. molto interessante! e cosa si puo' fare per "rendere piu' forte" la parte sinistra? basta prendere coscienza o si puo' far qualcosa? io mi rendo conto che tutti i miei problemi sono relativi alla parte sinistra e so che sto cominciando da un annetto a riflettere sulla figura di mio padre e sulla mia componente femminile soprattutto in relazione a come vivo il maschile dentro di me. Nel frattempo pero' non vedo molti miglioramenti....

    RispondiElimina
  5. molto interessante! e cosa si puo' fare per "rendere piu' forte" la parte sinistra? basta prendere coscienza o si puo' far qualcosa? io mi rendo conto che tutti i miei problemi sono relativi alla parte sinistra e so che sto cominciando da un annetto a riflettere sulla figura di mio padre e sulla mia componente femminile soprattutto in relazione a come vivo il maschile dentro di me. Nel frattempo pero' non vedo molti miglioramenti....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendere coscienza è un grande passo verso la risoluzione dei problemi... se si diventa consapevoli su qualcosa che ci colpisce quel qualcosa lo si neutralizza o almeno si neutralizzano gli effetti più nocivi su di noi.
      Per trovare una soluzione bisognerebbe scomporre i bloblemi per zone del corpo e organi e fare un esame psicosomatico più dettagliato

      Elimina
    2. Prendere coscienza è un grande passo verso la risoluzione dei problemi... se si diventa consapevoli su qualcosa che ci colpisce quel qualcosa lo si neutralizza o almeno si neutralizzano gli effetti più nocivi su di noi.
      Per trovare una soluzione bisognerebbe scomporre i bloblemi per zone del corpo e organi e fare un esame psicosomatico più dettagliato

      Elimina
  6. Salve
    Ho diversi problemi dul lato destro del corpo..spalla..gomito con forte epicondilite..infiammazione del piede destro.e anche a livello cervicale il dolore si manifesta sul lato destro del collo...che significato può avere tutto ciò e come posso migliorare la mia situazione
    Grazie

    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi viene da pensare che forse sei una persona che razionalizza troppo soprattutto perché associata a tutti questi problemi del lato destro c'è anche la cervicale tipica di chi razionalizza molto e spesso si sente bloccato nel vivere la propria spontaneità!
      Spalla gomito mi fa pensare che le tue azioni le tue aspirazioni e idee si fermino ad un certo punto e non vengano realizzate perché non riesci a sbloccare delle situazioni che tu probabilmente sai anche di vivere.
      Il piede infatti è chiaramente la metafora del non poter andare né avanti né indietro nella tua vita.
      Cosa senti bloccato? Da cosa o da chi? E cosa hai di bloccato? La creatività forse?

      Elimina
  7. Salve
    Ho diversi problemi dul lato destro del corpo..spalla..gomito con forte epicondilite..infiammazione del piede destro.e anche a livello cervicale il dolore si manifesta sul lato destro del collo...che significato può avere tutto ciò e come posso migliorare la mia situazione
    Grazie

    Barbara

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Buongiorno,
    molto interessante il blog. da qualche tempo (ma forse da sempre) ho problemi alla parte destra del corpo e ultimamente problemi di fegato, placca alla tonsilla destra e dolore all'occhio destro. ho sicuramente un enorme problema con mia madre e ahimè anche con sua sorella (mia zia) che è sempre stata molto troppo presente e controllante nella vita della mia famiglia. ho perso una sorella quando avevo 18 anni e mio padre quando ne avevo 27, ora che ne ho 45 forse riesco a farmene una ragione. ho affrontato 8 anni di psicoanalisi per riuscire ad affrontare il mio passato, che non mi ha mai permesso di vivere. nella mia vita ho sempre sofferto di tonsilliti (il mio unico problema fisico direi); in questi anni di analisi mi sono ammalata di bronchiti e frequenti problemi di emorroidi e ora che pensavo di avere finalmente risolto (forse più corretto dire minimamente metabolizzato i miei problemi) ecco che tutta la mia parte destra del corpo si ribella (o forse semplicemente si fa sentire) e come dicevo ora frequenti problemi al fegato e negli ultimi giorni all'occhio destro (non ho mai sofferto di mal di testa di nessun genere). mi piacerebbe sapere cosa ne pensa.
    grazie.
    f.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona sera mi sento di premettere e ribadire che non sono un dottore ma ho una spiccata capacità a comprendere la psicosomatica da cui si possono avere molte riflessioni personali.
      Detto questo il fegato mi fa pensare alla sua rabbia non metabolizzata e la tonsilla (gola) infiammata alla non espressione totale delle sue emozioni oltre che alla dolore dell'accettazione della vita.
      Tutto questo mi suggerisce un fiore di Bach Willow che aiuta proprio a metabolizzare, tirar fuori e elaborare la rabbia.
      L'occhio destro invece parla dell'attaccamento materno (che può riferirsi a sua sorella) attaccamento che ancora non ha esperito neanche a distanza di anni l"occhi destro è legato al fiore Chicory che aiuta a lasciar andare (senza dimenticare) anche un dolore insieme a Walnut sempre legato all'occhio destro per adattarsi alla vita e ai suoi cambiamenti!
      Se vuole può aiutarsi con questi fiori che non hanno assolutamente contro indicazioni ma che il suo corpo sta in un certo modo chiedendole

      Elimina
    2. Chicory è anche il fiore del lasciar andare in senso fisiologico e può aiutare anche il non ripresentarsi delle emorroidi che spesso sono legate al "non lasciar andare" ovviamente anche determinate emozioni

      Elimina
    3. grazie,
      veramente. Lei non sarà un dottore ma la sua spiccata capacità di interpretazione del corpo e comprensione dell'anima è più che spiccata, è commovente mi viene da dire.
      accetto molto volentieri il suo consiglio, così inaspettatamente immediato oltretutto. se le fa piacere le dirò poi tra qualche tempo come è andata.
      grazie ancora.
      francesca

      Elimina
  10. Ed io che continuo ad avere male nella zona lombare destra?

    RispondiElimina
  11. Ed io che continuo ad avere male nella zona lombare destra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei preoccupato per una questione economica?

      Elimina
    2. Sei preoccupato per una questione economica?

      Elimina
  12. No...però sono tornato da un brutto infortunio e da quel giorno penso sempre a quella zona. Co e se avessi un po di paura ancora mi ritorna il dolore

    RispondiElimina
  13. No...però sono tornato da un brutto infortunio e da quel giorno penso sempre a quella zona. Co e se avessi un po di paura ancora mi ritorna il dolore

    RispondiElimina
  14. Ciao. In 10 anni mi hanno operato al menisco interno asportandomene una parte. Lo scorso anno mi hanno operato alla spalla destra ed adesso di nuovo allo stesso ginocchio destro asportandomi la rimanente parte del menisco interno e completamente il menisco esterno. Tutto nella parte destra. Cosa posso fare?

    RispondiElimina
  15. Ciao Antonella. Stavo facendo ricerche riguardo al mio occhio sinistro piu' chiuso del destro e mi sono imbattuto nel tuo post. L'ho trovato molto interessante, e quello che scrivi si collega molto a problemi psicologici che sto avendo da un po' di tempo a questa parte. Vorrei approfondire questo aspetto di legame tra gli occhi e il rapporto coi genitori, e quindi volevo chiederti: hai delle fonti da consigliarmi? O delle pratiche (spirituali, curative) da provare? Grazie mille! Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michele, per approfondire un libro è citato alla fine del post ed è quello da cui ho estrapolato l'articolo
      Oltre ciò ti consiglio i libri della dott.ssa Rainville che è fantastica
      In più prova ad andare in una libreria e scegli un libro nella sezione medicina alternativa ascoltando il tuo intuito
      La psicosomatica è un mondo vastissimo più si legge e sperimenta meglio si comprende la sua filosofia

      Elimina
  16. interessantissimo
    proprio nell'ultimo anno mi sono successi una serie di eventi tutti sul lato destro del corpo, fino all'instaurazione di una infezione manifesta con ascessi e giraditi tutti sulla mano destra, volto, sedere.. puo essere una relazione non solo con mio padre ma piuttosto con cio che mio padre rappresenta nella mia vita ?
    vivo da sempre un fortissimo e ancora difficoltoso conflitto tra una forte propensione artistica ed una scientifica in me. fin da piccola mi sono immaginata artista da grande, ma poi gli eventi e le aspettative sociali mi hanno spinto allo sviluppo delle facolta scientifiche che pero hanno rubato tempo e coraggio alla mia espressione come artista. negli ultimi due anni ho riaperto il capitolo arte, e per quanto ancora mi esponga timidamente, l'impressione che ricevo e' di stimolare consenso e apprezzamento..
    insomma la mia fantasia e' che sia una necessita espressiva che voglia manifestarsi e occupare le mie mani, sostituendosi come protagonista del mio tempo ai miei studi scientifici..
    possibile interpretazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo potrebbe derivare dalla relazione con suo padre ma credo che potrebbe essere una richiesta animica di conciliare la sua vena artistica con quella scientifica.... Dovrebbe cercare una via di mezzo e secondo me la soluzione è già dentro di lei ecco perché il suo corpo si ribella

      Elimina
  17. Molto interessante. Anche a me piace approfondire questi argomenti, per conoscersi meglio e trovare il giusto equilibrio. I tuoi consigli bibliografici sono stati molto utili. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il blog è nato proprio per dare uno spunto alle persone che possono essere interessate dalle mie stesse letture e chi vuole può approfondire tramite il libro intero che ovviamente cito come fonte :) grazie Silvia

      Elimina
  18. Ho una fragilità generalizzata nella parte sx del corpo e un problema di miopia progressiva che alla soglia dei 50 anni non accenna ad arrestarsi. Ultimamente mi sto interessando ad approcci alternativi alla malattia sperimentando l efficacia per esempio dei fiori australiani.che cosa mi consiglia di fare? Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fiori australiani sono ottimi soprattutto equilibrio donna che può essere utile a intuito nel suo caso
      Spesso associo la parte sinistra del corpo con i sentimenti in genere, mi viene da domandare "cosa non vuole vedere? Oppure cosa vede sempre più lo tanto dal suo orizzonte immaginario?"
      L'occhio sinistro è anche legato ai traumi e al fiore di Bach Star of Bethlehm che potrebbe assumere insieme ai fiori australiani.
      La parte sinistra fragile può indicare che la sua parte femminile e sentimentale sta avendo un cambiamento o vuole un cambiamento o le sta dicendo cmq qualcosa.
      Per quanto riguarda il rapporto con i genitori loro influenzeranno sempre la nostra vita perché il legame non si apprezzerà mai neanche quando non ci saranno più e il conflitto con uno dei due provocherà sempre specularmente un problema nelle relazioni
      Spero di esserle stata d'aiuto in qualche modo
      Un abbraccio

      Elimina
  19. Ciao Antonella! Cercavo su internet il significato del dolore alle ginocchia che mi ha colpito da pochi giorni e ho trovato il tuo bellissimo sito. Ovviamente non ho esitato a spulciarlo :-)
    Io ho un rapporto conflittuale con entrambi i miei genitori, mio padre burbero, arrogante, gelido nel rapporto, mia madre poco disponibile e presente, sempre con la testa fuori dalla famiglia. Al momento a parte le ginocchia un po' dolenti , una tensione muscolare generale e la mia pancia sempre gonfia l'unico squilibrio tra dx e sx che mi viene in mentre è che effettivamente quando sono in posizione eretta o quando faccio yoga (in particolare nella child pose) avverto la sensazione di non essere pienamente centrata/centrale ma di essere più orientata verso dx e mi viene spontaneo muovere un po' le anche x cercare di sentirmi più a mio agio.
    C'è qualche movimento che si può fare x cercare di riequilibrare le due parti?
    Grazie tante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta un osteopata (che reputo bravissimo) mi disse: "hai il lato destro molto diverso da quello sinistro ma il tuo corpo ha fatto in modo da trovare un equilibrio"
      Effettivamente io non ho quasi mai dolori e andai per altri problemi e per capire di più me stessa dal mio corpo.
      Hai la pancia sempre gonfia.... Come se stessi scoppiando? Forse accumuli troppa tensione e nn la scarichi abbastanza
      Prova a vivere le tue emozioni per quanto forti possano essere
      Lo yoga spesso dona calma interiore ma forse hai bisogno di compensare.... Questo l'ho imparato a mie spese....
      Smorzare e soffocare alcuni sentimenti per quanto negativi siano non è che celare, invece bisogna accettare ogni cosa che fa parte di noi
      Spero di essere stata di aiuto ti ringrazio per aver scritto

      Elimina
  20. Grazie. Adesso ho capito perché, pochi giorni dopo che mio padre si è trasferito da noi, mi si è bloccato dolorosamente il pollice della mano sinistra. Cercando in internet risposte ad eventuali sintomi psicosomatici, mi sto facendo un quadro. Grazie ancora. (Lauretta)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Il pollice è il dito che rappresenta più di tutti se stessi, la persona più importante per noi, il dito che consente di fare tutte le altre azioni prendere, tenere, ecc..il dito che si interfaccia con le altre dita della mano l'Io

      Elimina
  21. Gentilissima Antonella, bellissimo blog e grazie per tutte le preziose informazioni.
    Ho decisamente uno squilibrio nella mia parte destra, tutti i traumi (ed un intervento) avvengono in quella parte, da ultimo uno stiramento al polpaccio 3 mesi fa e dolore forte al braccio destro, da parecchio tempo, culminato nel non riuscire più a piegare il mignolo (da risonanza sono emerse 2 protusioni cervivali medie e 1 forte protusione/ernia); ho decisamente avuto problemi con mio padre o con l’universo maschile in generale (non a caso, sono single); Al di del parere medico, che ho già avuto, mi sapresti indicare da chi andare in alternativa? Vorrei capirne di più ed eventualmente tentare se non una guarigione, almeno un maggior sollievo che non sia necessariamente farmacologico e tornare a fare sport come prima.Ti scrivo da Milano. Grazie mille in anticipo. M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei consigliarti un'osteopata... Io sono rimasta sorpresa da questo affascinante mondo... Ma devi fare qualche ricerca e trovarne uno bravo e la scuola francese CERDO è quella riconosciuta come migliore
      Secondo me può aiutarti molto

      Elimina
    2. Potrei consigliarti un'osteopata... Io sono rimasta sorpresa da questo affascinante mondo... Ma devi fare qualche ricerca e trovarne uno bravo e la scuola francese CERDO è quella riconosciuta come migliore
      Secondo me può aiutarti molto

      Elimina
    3. Cara Antonella, grazie mille per la tempestiva risposta! cercherò senz'altro nella direzione da te consigliata (e ho trovato tra l'altro un paio di centri dove offrono "osteopatia psicosomatica", dovrei approfondire). grazie mille ancora!

      Elimina
    4. Prego cara, io ho avuto la fortuna di trovare un osteopata bravissimo e mi sono trovata molto bene
      Non avevo dolori articolari o muscolari ma ho lavorato su altri aspetti ed è stata una bellissima esperienza!
      Ti auguro il meglio :)

      Elimina
    5. Grazie di cuore, gentilissima! vorrei lavorare sia sull'aspetto fisico (dove, è evidente il "trauma".. purtroppo c'è) ma anche inoltrarmi in altri aspetti per capire la corrispondenza con il "non fisico" e arrivare a comprendere. Ci lavoro già su questo in altri ambiti, quindi l'eventuale cura osteopatica psicosomatica sarebbe un plus, un grossa aggiunta per avere un quadro completo; sto ordinando, tra l'altro, il libro di Odoul e dela Rainville da te citati :-) Ti farò sapere nel caso come andrà il tutto. Ti posso trovare altrove per caso? grazie ancora, davvero preziosissima! M.

      Elimina
    6. Grazie a te! Certo che voglio sapere come si evolverà il tutto anzi mi fa piacere... Bravissima che vuoi approfondire questo stupendo argomento!
      Mi trovi su google+ oppure su Facebook con il mio nome cioè Antonella Miconi

      Elimina
    7. grazie... ti ho inviato una richiesta di amicizia... grazie ancora! :-) M.

      Elimina
  22. Ciao Antonella , mi chiamo Teodora e trovo molto utile e affascinante cio che scrivi.Grazie per darci la possibilità tramite la tua conoscenza , di essere piu consapevoli.Mi piacerebbe avere una tua opinione spirituale su un incidente che ho vissuto a luglio del 2016.Mi sono ustionata l occhio e in parte fronte e zigomo destro , con una garza imbevuta di cera infuocata. Stavo cercando di fae volare una lanterna tailandese , sai quelle di carta che si sollevano nel cielo dopo accensione .Ho vissuto tre mesi all ombra , per evitare il sole che mi dava fastidio e non volevo rimanessero cicatrici . Guarito perfettamente con una cremina che ho formulato io con olii medicinali , sempre preparati da me , e due autotrattamenti reiki al giorno.Mi è rimasta una piccola macchia color sabbia scuro sullo zigomo, che vorrei eliminare .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è facile capire certi avvenimenti per quali motivi avvengono... Forse avevi bisogno di un buio esteriore per vivere un'esperienza con te stessa
      Si dice che dal buio interiore si può solo che rinascere..solo nel buio si può far luce...
      Probabilmente la tua esperienza ti ha partato alla cura di te stessa e allo stare con te stessa.... In meditazione il buio aiuta a sviluppare il terzo occhio e il chakra della corona proprio perché crea intimità con sé stessi e con il proprio centro interiore
      Un abbraccio

      Elimina
  23. Buona sera Antonella,tutto ciò che scrivi per me è sacrosanto.Sono operatrice shiatsu e volevo complimentarmi con te per la tua grande disponibilità.Assunta Romano

    RispondiElimina
  24. Buona sera Antonella,tutto ciò che scrivi per me è sacrosanto.Sono operatrice shiatsu e volevo complimentarmi con te per la tua grande disponibilità.Assunta Romano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Assunta! Grazie davvero faccio il mio piccolo per aiutare anche solo con una parola
      Un abbraccio

      Elimina
  25. Buongiorno,ho appena letto quanto scritto nel blog e mi ritrovo in tutto. Complimenti per le tue analisi. Ho appena riportato un piccola frattura alla caviglia sinistra, che mi terrà ferma immobile per quattro settimane. Faccio reiki ed approfittero' per meditare e per capire il messaggio. Tu mi puoi dare una mano?
    Serena giornata
    Donella

    RispondiElimina
  26. Buongiorno, trovo il suo blog e le sue risposte molto nteressanti. Sono Mluisa, ho 55 anni. In generale sono sana, non mi ammalo quasi mai, ma la mia parte destra è sempre stata più forte, più rigida e più dolorante della sinistra. 2 anni fa mi sono fratturata prima il polso poi il 5° metacarpo destro (entrambe le volte fratture scomposte). Ho l'osteoporosi. Dall'occhio destro vedo meno da vicino (miope ed astimgatico); quando soffro di mal di testa, è la parte destra quella da cui si irradia e che fa più male. Unica eccezione: da un paio d'anni ho gli alluci leggermente valgi, di più però all'alluce sinistro. Da qualche mese soffro di acufeni all'orecchio destro. Può aitarmi ad interpretare questi sintomi? Ha dei fiori di Bach da consigliarmi? Grazie

    RispondiElimina
  27. Mi scuso,correggo riguardo agli occhi: fino a 3 anni fa vedevo bene, da allora la vista si è indebolita in entrambi gli occhi, ma in modo molto più accentuato all'occhio destro. Da lontano vedo bene, ma per leggere dovrei usare gli occhiali (presbite ed all'occhio destro anche astigmatica) evito di farlo se posso, e credo che così costringo l'occhio sinistro a compensare e lascio "dormiente" l'occhio destro.

    RispondiElimina
  28. Allora provo a dare un significato psicosomatico a tutto ciò che mi ha scritto...
    Parte destra più forte mi fa pensare che è una persona pratica e razionale e probabilmente con questo compensa il fatto di avere una certa sensibilità (parte sinistra del corpo) che è più delicata.
    Io associo molto i sentimenti con la parte sinistra del corpo.
    L' osteoporosi ha un significato psicosomatico molto particolare; il corpo tende ad alleggersi, non ha più bisogno di una struttura massiccia perché cambiano le necessità e gli interessi spostandosi in una maggiore interiorità...
    Io collego questo sia dall'occhio destro che vede meno quindi tante questioni pratiche preferisce "sfumarle" e sia agli acufeni che sono associati alla voglia di non sentire ciò che ci viene detto o "il rumore (di ogni tipo) esterno" ma ascoltare noi stessi
    Per quanto riguarda gli alluci valghi sono associati alla menopausa e al cambiamento che essa da alle donne e per molte Non è ben accetta...E dato che il sinistro è più evidente direi che della menopausa lei soffre il fatto che il rapporto o il modo in cui la potrebbe vedere il suo compagno (o un uomo in generale) possa cambiare...
    Le consiglio (se vuole) di provare i fiori australiani "Equilibrio donna"
    Ricordo di non essere dottore e che il mio consiglio è su prodotti naturali senza controindicazioni e senza principi attivi ma solo un azione a livello vibrazionale-energetico
    Spero di essere stata utile
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  29. Grazie grazie grazie

    RispondiElimina
  30. Ciao Antonella,

    complimenti bellissimo blog!!!

    Ho 55 anni e volevo chiederti se puoi aiutarmi.

    due anni fa, dopo un tentativo fallito di cambiamento della mia vita (trasferimento) a causa di insoddisfazione generale, mi sono svegliata una mattina bloccata con la schiena e da lì un calvario interminabile... cure mediche (che non amo), fisioterapia, osteopatia, pranoterapia, reiki, agopuntura, ma nulla di tutto ciò a risolto il mio problema.

    Vivo limitata nei movimenti e con dolori fissi tutti i giorni alla parte desta lombare che arriva fino a tutta la gamba e piede. Inoltre ho spesso pancia gonfia e dolorante alla parte destra.

    Ho sicuramente un problema con il maschile, cioè, non ho stima e fiducia negli uomini, a partire da adolescente con mio padre che ho poi perso all'età di 19 anni, a finire con il mio ex marito da cui ho divorziato 14 anni fa.

    Non ho un compagno, incontro uomini (pochi) che non mi danno fiducia e che non stimo. sarà questo il mio problema?

    Dal momento che ne sono coscente perchè non risolvo il mio problema di salute?

    Ti ringrazio per l'attenzione che potrai avere per me e ti abbraccio.

    A presto.

    Lussy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lussy per quale motivo il tentativo è fallito? E se il tuo corpo ti sta chiedendo di non mollare e non essere insicura (zona lombare) chiediti se il tentativo è fallito per paura o perché ti è sfuggito qualcosa che ti ha bloccato
      Il to blocco mi fa pensare anche a un'autopunizione per aver fallito nel tuo intento.... Non farti sovrastare da ciò
      Forse è il maschile in te che devi integrare a porti il problema riflesso negli uomini
      La tua parte pratica e agente
      Ti esorto a provare ancora a cambiare vita perché non è mai tardi per provare ancora

      Elimina
    2. Mia cara il tentativo è fallito perché mia madre si è ammalata e nel frattempo mio figlio ha trovato un buon lavoro qui e per ultimo non ho trovato case al prezzo che potevo permettermi.

      Si voglio provare ancora ma non ora non, voglio stare vicino a mia mamma (appena ricoverata in casa di riposo)ha bisogno di me e io di lei.

      In che modo posso integrare il mio maschile?

      Grazie mille.

      Lussy

      Elimina
    3. Beh è giustissimo fermarsi per assistere un genitore... Zona lombare insicurezza ma anche senso di colpa e la schiena in se rappresenta tutte le responsabilità
      Però se ti fa male e ti blocca vuol dire che il tuo desiderio di cambiamento c'è ed è forte allora mi domando come puoi cambiare senza dover lasciare il posto in cui abiti? In modo di stare accanto a tua mamma e a tuo figlio...
      Prova a capire dentro di te qualcosa che ami fare e falla, integrare il maschile vuol dire azione, vuol dire che il nostro Animus è con noi, quindi azione creativa attiva
      Forse sei stata bloccata dal destino perché la tua era una fuga e invece tu devi risolvere la tua vita dove sei e lo spostamento non deve essere fisico ma mentale
      Prova a capire cosa ti piacerebbe fare e potrebbe aggiungere sapore alla tua vita e nel tempo che puoi avere libero.... Fallo

      Elimina
  31. Grazie mille del consiglio, cercherò di cambiare la mia vita senza togliere la mia presenza ai miei cari.
    Ti aggiornerò.
    In abbraccio

    RispondiElimina
  32. Cara Antonella ho bisogno anche io del tuo aiuto :) perdita dell'udito,
    distacco della retina, ernia cervicale, brachialgia, problemi intestinali. TUTTO A SINISTRA (COSA MI VUOLE DIRE)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa ti è accaduto di traumatico che ti sta portando tutto ciò?
      L'occhio sinistro è quello dei traumi emozionali.
      oscilli tra il voler andar avanti anche nelle difficoltà, ma nello stesso tempo ti senti come in un tunnel senza luce a volte?
      Cosa non accetti e non mandi giù?
      Aspetto che tu mi risponda e vediamo come andare avanti nella conversazione

      Elimina
  33. sono stato umiliato!!! ogni volta che faccio un passo sento l' umiliazione e la mia rabbia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco... E vedi il corpo come risponde per aiutarti a superare?! Il segreto è riuscire a superare senza reprimere senza lasciarsi divorare...
      Guarda questa umiliazione e cerca di capire che non siamo per tutti quindi incontreremo sempre chi non riconosce il nostro valore... Non odiare chi non ti riconosce ma vai avanti nella tua vita...
      Se vuoi posso consigliarti dei fiori di Bach indicati dalle zone che ti danno problemi
      Ti ricordo che non hanno principi attivi non sono medicinali e non hanno controindicazioni ma ti possono aiutare a comprendere te stesso e gli altri
      Solo se vuoi

      Elimina
  34. Ciao Antonella è un bel po che anch'io soffro di dolori nella parte destra! Qualcuno mi dice che dipendeva dal rapporto con mia madre. Ma lei ormai è mancata un anno fa e questi dolori sono aumentati! In modo particolare spalla gomiti anca e un orecchio che fischia ormai da anni.. e tutto parte sinistra. A volte mi si informicola anche la mano... sono cosi stanca....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rapporto con i genitori non finisce alla loro morte anzi, a volte, i problemi psicosomatici si acuiscono dopo che vengono s mancare per svariati motivi
      Forse avresti voluto fare di più per aggiustare il tuo rapporto con lei, forse c'è un senso di colpa inconscio che non vuoi far diventare conscio, e bada non perché tu abbia alcuna colpa ma perché queste sono reazioni che spesso si hanno alla morte dei nostri genitori se ci fossero questioni irrisolte
      Fammi sapere se ti ritrovi

      Elimina
  35. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  36. Buonasera,sono Simonetta ho 50 anni. Ho letto tutto d'un fiato ogni domanda e ogni sua risposta e mi colpisce molto il fatto che,pur sapendo che la malattia è una forma di guarigione, spesso conduce alla morte. Perché? Ho iniziato la mia scalata alle malattie con uno stigmatismo di venere all'occhio destro ad un anno di età. Quindi occhiali x correggere il "difetto". Nel 95 la scalata si è fatta improvvisamente gravosa: notldulo parotidei diagnosi tumore parotideo sinistro con seguente sordità parziale sinistra. Nel 98 tumore utero parete sinistra. Slogatura importante caviglia sinistra , scippo che mi ha causato una brutta caduta con trauma cranico parte posteriore sinistra tutt'ora tramutata in reuma al cambio repentino della temperatura climatica. Nel 2013 infezione gravissima al rene sinistro ,salvata in extremis. Poi altri 2successivi interventi x altri 2calcoli in uretra parte SX . in questo mese dolore nevralgico gengive e denti superiori ed inferiori SX, dolore lombare e muscolare SX, non ché mal di testa frequente. Dolore all'occhio SX superiore e vista in discesa nel giro di un anno. Subito abusi psicologici e soprusi nonché bullismo dall'età di 2media prima a scuola e poi a casa da un padre padrone separato e fedrigrafo. Di cui a tutt'oggi DEVO occuparsene. Mi sono avvicinata molto alla psico somatizzazione x capire la natura di tali malanni del mio corpo e in che modo posso imparare a curare la mia anima. Conosco i fiori di Bach che mi furono dati x "guarire" un grande abbandono sentimentale nel 2004. Le chiedo in che modo posso affrontare i problemi irrisolti e l'eventuale aiuto con i fiori di Bach che lei vorrà consigliarmi. Grazie fin da subito per la sua sapiente e vitale risposta. GRAZIE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, finalmente ho avuto un po' di tempo per avere attenzione sulla sua storia
      Lei nasce con l' occhio con le patologie che fanno distorcere la vista (ossia la realtà) probabilmente per via delle mancanze di suo padre... (il feto comprende gli stati d'animo materni e ciò che accade all'esterno)
      credo che il susseguirsi di problematiche sia sempre riconducibile al suo rapporto famigliare e in questo caso con il genitore di sesso maschile.
      La sordità può essere intesa come un rifiuto nel voler sentire che hanno portato le conseguenze quasi estreme della parziale perdita dell'udito
      Il tumore all'utero a quanti anni è avvenuto? Aveva un compagno?
      Dando una letta alle sue disavventure mi salta all'occhio il rene e i successivi calcoli perché il rene è l'organo dei ricordi sia di questa vita che quelli ancestrali in cui ovviamente c'è una componente negativa che l'ha portata cristallizzare dolorosamente ( calcoli) aggiungerei anche qualche problema delle risorse economiche perché tutto ciò accompagna anche il dolore lombare che spesso è associato all'insicurezza di potercela fare (anche nella parte finanziaria)
      l'occhio sx ha come relativo fiore di Bach star of Betlemme quindi è la risultante di tutti i traumi che ha avuto sia nella sua vita che in salute che sentimentalmente
      Gengive e denti sono associati al fiore willow cioè la rabbia nei confronti di come va la sua vita
      Io le consiglio
      Heather
      Willow
      Star of Betlhehmme
      Sweet Chestnut

      Elimina
    2. Per il mio occhio sinistro in momenti in cui ho bisogno mi creo un collirio (acquistandone uno omeopatico in farmacia) e aggiungo due gocce (tramite una siringa sterile) di star of Betlhehmme
      Ovviamente queste son cose che faccio su di me e posso solo consigliarle come rimedi naturali senza principi attivi
      Poi se vuole le consiglio di sentire il parere di un dottore omeopata perché potrebbe trovare un tutte le sue problematiche un'unica personalità omeopatica

      Elimina
  37. Ciao Antonella. Grazie per questo spazio. Io ho un problema di strabismo all'occhio destro, quando guardo lateralmente verso sinistra a un certo punto il muscolo cede e l'occhio si gira verso l'interno, non lo controllo più. Mi sono operata nel 2014 ma dopo pochi mesi il problema è tornato più forte di prima. Ho provato con esercizi ortottici correttivi ma non ottengo risultati. Sicuramente dipende dal rapporto con una mamma di cui ho dovuto prendermi cura io fin da piccolissima. Sono convinta che questo strabismo sia una segnale di qualche cosa ma ancora dopo tanta psicoterapia non ho capito che cosa voglia dirmi il mio corpo e come posso prendermene cura per guarire...il probelma sta diventando invalidante oerche faccio fatica a guidare perché vedo le immagini sovrapposte e fatico a tenere la vista proveniente dai due occhi separata. Grazie dei consigli che vorrai e potrai darmi.

    RispondiElimina
  38. Sicuramente per una bambina vedere sua mamma in condizione di bisogno è qualcosa che non accetta.... Così il tuo occhio tende a girare lo sguardo da un'altra parte.
    Tra l'altro l'occhio destro corrisponde proprio al fiore di Bach del rapporto bisognoso madre figlia e cioè Chicory....
    Non so se a livello fisico può aiutarti in modo significativo ma prova ad assumere il fiore di Bach che ti ho detto e prova (tanto male non può fare in alcun modo) a metterne due gocce in un collirio naturale...
    Ps: guardare verso sinistra vuol dire simbolicamente guardare al passato forse è per questo che il tuo occhio fa in modo di deviare il suo movimento..
    Ti ripeto non so se a livello fisico potrà aiutarti ma sicuramente avrai un aiuto a livello energetico con il fiore che ti ho indicato è uniscilo a Walnut che è l'altro fiore corrispondente all'occhio destro... Ovviamente se vuoi...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  39. grazie per tutte le informazioni utili, illuminanti e preziose di questo blog. anch'io come molti ho problemi solo con la parte destra: meno tonica, se cado mi faccio male alla parte destra, dolori lombari a volte lancinanti con infiammazione sacro iliaca a destra, distirsione caviglia destra artrosi, credo, pollicr destro...mi sono rotta la spalla destra, insomma sopratutto ultimamente problemi e dolori costanti che mi " stortano " sempre piu'. non so da dove incominciare a ruequilibrare le mie due parti. certo sempre grosdi problemi con i maschi che per quello che mi riguarda sono davvero inutili e dannosi. anche quelli che nonostante tutto amo sinceramente e profondamente. ma il problema e' che mi irritano...almeno quelli che non amo li elimino falka mia vita senza voltarmi indietro. che fare cara?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai non è affatto sbagliato avere una posizione così forte verso l'altro sesso, per il fatto che siamo stare svilite, perseguitate, sottomesse, condannate...ecc è giusto che è donne abbiano un atteggiamento più risoluto con gli uomini
      Ma forse una parte profonda di te (quella che ti crea problemi di salute) non accetta al 100% la tua rigidità
      Sai che la miglior posizione nei confronti della vita è la flessibilità... Altrimenti si rischia di essere spezzata per la troppa durezza
      Senza neanche scomporre i tuoi sintomi e problemi di salute, mi viene in mente un solo fiore di Bach che ti rappresenta ed è rock water
      Spesso chi ha un atteggiamento rigido ha la maggior parte dei problemi riguardanti le articolazioni

      Elimina
  40. Ciao Antonella complimenti per il blog interessantissimo. Volevo la tua opinione su dei problemi di salute che si sono e si stanno verificando al lato destro del mio corpo. Ho avuto due anni fa lo sfogo di sant'Antonio sul seno destro e subito dopo è uscito un lipoma a destra tra l'ascella e il punto vita. Mi è stata diagnosticata anche una ciste a destra nel canale di nuck (zona inguinale) e ora ho un nodulo sospetto al seno destro in corso di accertamenti. Ho inoltre problemi alle gengive destre e perdo molti più capelli a destra tanto che sono più diradati. Chiedo scusa se ho ripetuto sempre la parola destra. Premetto che il mio rapporto con mia madre è buono Quindi quale può essere la causa di tutto questo? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto ciò che mia descritto nella sintomatologia mi fa pensare alla rabbia spesso repressa e inespressa tutto ciò che diviene vescicola (herpes) oppure lipoma è indice di rabbia accumulata mentre le gengive infiammate sono le inespressioni
      La parte destra del corpo non sempre indica il rapporto con la madre nel senso stretto del termine ma può rappresentare la società, l'azienda per cui si lavora oppure la propria femminilità
      il fatto che lo sfogo di Sant'Antonio lo hai avuto al seno mi fa pensare proprio alla femminilità / maternità o alla propria vita affettiva

      Elimina
  41. Ciao Antonella.. bellissimo blog scoperto per caso. Il mio problema è un blocco alla spalla sinistra ormai da parecchio senza nessun trauma fisico. Faccio fatica ad alzare il braccio e questo mi manda in crisi. Sto.facendo fisioterapia ecc ma sembra che sia tutto un blocco il mio corpo. Ho perso mia madre due anni fa.. è mancata il gg del mio compleanno una cosa bruttissima anche se era malata da sei mesi. Sono separata ma nn è ancora tutto risolto... adoro mio padre e ogni uomo sembra nn essere all l'altezza o mi faccio trattare male tra virgolette. Sto cercando di trovare la pace .. E quando pensavo di essere serena.. Si è bloccato la spalla.. oggi pomeriggio poi dopo la fisioterapia ho preso una storta anche al piede sinistro...un disastro. Accetto consigli.. grazie un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica salve, allora la spalla sinistra dalla mappa dei fiori di Bach risulta avere le seguenti cause psicosomatiche;
      Red chestnut= preoccupazione eccessiva per la persone care
      Olive = stanchezza psicofisica
      Holly = senso di ingiustizia
      Vervain = autodisciplina eccessiva che porta a un blocco della gioia di vivere
      Tutto questo può essere adattato alla tua storia in maniera molto calzante io vorrei invitarti a farti preparare una miscela con questi fuori aggiungendo anche star of Bethlehem per il trauma della perdita di tua mamma
      Mentre ad esempio Vervain è un fiore con un energia molto maschile e spesso ne hanno bisogno proprio le persone che hanno una grande stima del padre e che non riescono ad amare altri uomini
      Il piede è la conseguenza del non poter andare avanti..
      Spero di essere stata utile e ricorda che il nostro corpo ci parla di noi
      Un abbraccio

      Elimina
  42. ciao grazie mille...mi dici solo se posso fare una cosa unica con tutti i fiori che mi hai consigliato , in quali dosi...e quante gocce al gg dovrei prendere.??grazie ancora

    RispondiElimina

Google+