Follow by Email

lunedì 13 giugno 2016

Resoconto di un anno coraggioso...

È stato un anno importante questo, dal punto di vista psicologico e di crescita interiore, un anno pieno di prove, ricco di emozioni e non sempre date dalla gioia...
La delusione di un presente che non mi dava la proiezione di un futuro che avrei potuto sentire mio...
La forza per affrontare il cuore umano che ha lottato fino all'ultimo contro l'anima... che sa dove vuole andare...
Il coraggio di affrontare un passato remoto in cui avevo lasciato dei quesiti irrisolti... andare e capire, a km e km di distanza.... disseppellire per aver chiarezza..
Con lo stesso coraggio affrontare la realtà che a volte è più dolorosa di una  pessima menzogna... il dubbio, la voglia di cambiare vita, un bivio in cui potevo perdermi nell'ipocrisia della scorciatoia... che poi alla fine della strada più facile, arrivi sempre ad un punto in cui c'è uno specchio che ti impone di guardare in faccia la realtà...è inevitabile...
E allora prosegui passo dopo passo per la via più ostile ma più vera, quella che ti porta dove vuoi andare anche se implica uno sforzo maggiore...
Rendersi conto che ciò che fai lo fai per una Ragione che esula dalla ragione...e che nessun altro comprende oltre a te...
Perché se scegli una strada non battuta c'è chi pensa che stai andando incontro all'orco che ti sbranerà...
Gente come me, cerca l'orco per affrontarlo....
Gente come me, la vita la prende di petto, con coraggio, senza aggrapparsi a nessuno e non sceglie mai ciò che conviene, ma ciò che non mina il centro interiore creato da una vita...
Essere forti non vuol dire essere possenti fuori, ma avere il guerriero dentro, che non ti abbandona neanche nei periodi peggiori...
...In quei momenti in cui sei te il primo a volerti abbandonare...
E quante volte ho avvertito la nostalgia della gabbia dorata...e per non cadere in essa mi sono concentrata sulle sbarre e non sulla lucentezza dell'oro... perché se il tuo sogno è Libertà  non puoi amare nessun tipo di coercizione...
Voler cambiare una persona vuol dire creare la sua galera, il suo campo di concentramento...
Alla fine, se mi guardo indietro... vedo solo un sentiero che avrei comunque dovuto percorre, nel quale mi sarei potuta fermare e restare, arredarlo e adattarlo...
....E invece, sono andata avanti verso la crescita continua di me, senza farmi sedurre da ciò che è più  convenzionale.... per gli altri... e che mi avrebbe privato di ciò che ho costruito fin ora..
Ognuno sceglie la sua vita in base alle sue priorità... le mie sono solo diverse da quelle di moltissime altre persone...
E non pretendo di esser capita...
Ma solo di mantenere il forte legame che ho con me stessa a costo di tutto...
...E intanto un altro anno ricco di prove ed emozioni è passato... e sono felice e soddisfatta di tutto ciò che ho costruito dentro di me con le esperienze che la Vita mi ha offerto...
Il mio resoconto di un anno coraggioso...
Nell'AniMo Antico

4 commenti:

  1. l' importante è essere felici e sentirsi vivi, sia che si rimanga a guardare il fiume, o che ci si faccia un bagno, o che lo si attraversi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante è percepire la propria anima e seguirla...

      Elimina
    2. L'importante è percepire la propria anima e seguirla...

      Elimina
  2. più o meno è la stessa cosa detta in altri termini, quando si è quello che si sente di essere, la cosa non costa fatica...i traguardi sono sempre la felicità, la percezione della bellezza, e l' amore in generale ed in particolare.

    RispondiElimina

Google+