Follow by Email

lunedì 23 novembre 2015

La quarta funzione e il diavolo della simbologia religiosa


Nel simbolo religioso il problema del tre e del quattro è  legato al problema delle quattro funzioni. 
Vi si collega così come modello archetipico si collega al singolo caso.
Questo archetipo si ritrova nelle mitologie delle quattro persone, nelle quattro direzioni della bussola, nei quattro venti, nelle quattro direzioni ecc..
In Cina troviamo il modello quaternario ovunque.
I mandala quadrati nascono sempre da un impulso a dar forma a un modello di esistenza totale..
Quella di usare modelli quaternari per indicare le totalità sembra essere una disposizione strutturale innata nella psiche umana.
L'archetipo del quaternario come modello della situazione totale è più generale delle quattro funzioni della psiche, sarebbe teoricamente errato ridurre il dogma della Trinità e il problema della quarta persona della Trinità, che sia la Vergine Maria o il diavolo, al problema delle funzioni.
È  molto meglio considerare la questione in senso opposto: si tratta di un problema archetipico generale, ma nell'individuo assume la forma delle quattro funzioni (macrocosmo e microcosmo).
Per esempio nella religione cristiana il diavolo è il simbolo del male assoluto nella Divinità, ma sarebbe molto presuntuoso accordare alla nostra funzioni inferiore di pensiero o di sentimento il grande onore di considerarla il diavolo in persona! Sarebbe una spiegazione inflazionata delle nostre interiorità!
Possiamo però affermare che un collegamento c'è: il male, il negativismo e la distruttivitá sono effettivamente collegati alla funzione inferiore dell'individuo.
L'Ombra gelosa e intrigante agisce attraverso la funzione inferiore.
Gli impulsi dell'Ombra, gli impulsi distruttivi, la gelosia, l'odio e così via, generalmente hanno la meglio attraverso la funzione inferiore che rappresenta un punto debole.
È qui che perdiamo il controllo di noi stessi e la costante consapevolezza delle conseguenze delle nostre azioni.
È da questo angolo che partono gli attacchi delle tendenze negative o distruttive.
È  questo il punto dove possiamo affermare che il diavolo ha a che fare con la quarta funzione , perché è  attraverso di essa che conquista le persone.
Volendo rifarci al linguaggio medievale, possiamo dire che il diavolo vuole distruggerci e che cercherà sempre di conquistarci attraverso la funzione inferiore.
Dalla quarta porta della nostra stanza possono entrare sì gli angeli, ma anche i diavoli!
Tratto da "Tipologia psicologica" di M. L. von Franz

Come abbiamo visto, la funzione inferiore o la quarta funzione ha il suo ruolo fondamentale nel processo di individuazione.
In parole diverse senza di essa non possiamo evolvere ad uno stato superiore di esistenza.
Questo mi fa pensare a come la figura del diavolo abbia diversi significati e risvolti della medaglia, ma ne abbia solo una nella religione cristiana.
Come tutti i simboli spogliati della loro appartenenza religiosa o politica (che poi è la fase più recente di ogni simbolo e che tra l'altro lo fa cadere nel dualismo) anche questa figura possiede due risvolti.
Lucifero l'angelo più bello e luminoso, il "portatore di luce" che poi sprofonda nell'oscurità e diventa il diavolo il demone del male.
Così la funzione inferiore può  portare la "luce" o l'"oscurità"  ed è solo la nostra coscienza a dover adattare il suo stato per poter evolvere o soccombere ad uno stato primitivo e barbaro.
Questo mi fa pensare al fatto che Satana, altro nome del diavolo, significhi proprio avversario....
Se noi lasciamo  che l'avversario ci sottometta allora saremo sconfitti e gli soccomberemo ma se ci impegniamo nella disputa ne usciremo vincitori perché accresciuti di esperienza formativa.
Ecco che però essendo difficile lasciare le nostre normalità e la nostra zona confort abbiamo relegato la quarta funzione ai nostri scatti barbari e incontrollati che ci sovrastano ogni tanto.
Ed ecco che la religione cristiana fa apparire il diavolo come il demone del male che da Angelo più bello del Cielo diviene feccia dell'oscurità, se vogliamo pensare che si pone come un tipo di religione di "controllo" e di envoluzione sociale con la quale la gente si pone a livello di mero gregge che segue il suo pastore...
Se un individuo non evolve vedrà solo una faccia della medaglia della vita e tra l'altro quella che gli "altri" vogliono che veda e non capirà mai che il male è dentro la nostra visione duale del mondo... tra l'altro la sua visione rimarrà sempre rivolta all'esterno e mai all'interno di se stesso in cui il dualismo scompare.
Ricordiamo anche che la quarta figura della religione cristiana è la donna, Maria, che è  colei che schiaccia il serpente (saggezza, materia, natura) sotto i piedi e quindi ne prende il controllo.
Per finire... è  attraverso la quarta funzione che il subliminale riesce ad entrare nella psiche (tutti i controlli di massa agiscono attraverso la funzione inferiore) come il serpente malefico riesce a sedurre la coppia divina attraverso Eva nel paradiso perché Adamo era protetto dalla Trinità:
Siccome però il ternarius è "figlio dell'unario" (il numero uno), il diavolo, che per sua natura binaria, non poteva fare nulla contro di lui, ma dovette incominciare da Eva: 
"Esso si avvide che attraverso il ternario non poteva esserci accesso ad Adamo, perché l'unità proteggeva il ternario. Perciò egli si sforzò di entrare attraverso il numero binario di Eva".
Nell'AniMo Antico

Nessun commento:

Posta un commento

Google+