Follow by Email

giovedì 19 novembre 2015

La possessione della funzione inferiore


La funzione inferiore tende a presentare, nel suo aspetto negativo, un carattere barbaro. Può  provocare uno stato di possessione:
Se per esempio un introverso cade nell'estroversione lo fa in modo posseduto e barbarico.
Barbaro qui significa incapacità di esercitare il controllo, di mettere un freno, di arrestarsi.
Questa estroversione esagerata, coatta, si trova raramente negli estroversi genuini mentre negli introversi può sembrare un'automobile senza freni che accelera senza il minimo controllo.
L'introverso può  diventare estremamente sgradevole, insistente, arrogante.
Spesso l'estroversione inferiore di questo genere si manifesta improvvisamente in questa forma, quando un introverso eccede nel bere.
L'estroverso quando è  posseduto da un'introversione barbara, scompare semplicemente dal mondo. Rimane a infuriarsi in camera sua.
Gli estroversi che cadono nella loro introversione primitiva vanno in giro dandosi arie di grande importanza, raccontando a tutti che stanno attraversando delle profonde esperienze mistiche di cui non possono parlare.
Sentendosi molto importanti fanno capire di essere profondamente immersi nell'immaginazione attiva e nel processo di individuazione.
Danno una strana impressione di possessione barbarica.
Se praticano in modo convinto lo yoga o l'antroposofia ecco che assisteremo alla medesima esibizione, con allusioni a un qualche processo mistico, a un abisso insondabile in cui sono ora immersi.
Di fatto essi sentono di continuo la tentazione di tornare alla loro estroversione, il che spiega l'enfasi esagerata che pongono sulla mancanza  di tempo per incontrare gli altri.
   Sarebbero ben felici di tornare alla vecchia estroversione, partecipare a tutte le feste e andare a cena in città.
Così dicono in tono difensivo: "No questo è assolutamente proibito; ora mi trovo nelle profondità della psiche".
L'estroverso che si trova nello stadio in cui deve assimilare l'introversione giurerà di essere sempre stato un introverso e che è  stato sempre per errore che prima veniva definito estroverso.
Quando tenta di esprimere le proprie esperienze interiori lo fa in tono sovraeccitato
: si lascia sopraffare dalle emozioni, vuole occupare la scena ed essere ascoltato dal mondo intero.
Si tratta per lui di un esperienza terribilmente unica e importante.
Questo carattere barbaro della funzione inferiore forma la grade scissione della personalità umana.
Tratto da "Tipologia psicologica" di M. L. von Franz

Nessun commento:

Posta un commento

Google+