Follow by Email

lunedì 5 ottobre 2015

Società moderna e sentimenti


La tendenza attuale nella società occidentale, ma anche in Cina e nelle società marxiste in generale, è quella di organizzare le masse con il computer, scoraggiandone i sentimenti personali.
In Occidente, per esempio, nelle grandi aziende è di regola far ruotare il personale in modo da impedire che si attacchi troppo a una situazione particolare.
L'attaccamento personale costituisce un campanello d'allarme. I sentimenti personali devono essere scoraggiati.
"Non è logico" come se la logica fosse l'unico strumento di discussione.
Si può discutere anche con il cuore. Si può portare avanti una protesta con i sentimenti.
Ma oggi la moda, questa moda assolutista, esige la razionalità.
Molte scuole di psicologia sono anch'esse razionali... come se l'essere umano fosse una macchina rotta.
Tutto questo distrugge completamente i sentimenti e ferisce sia gli uomini sia le donne.
Ferisce di più le donne perché, in generale,  esse pongono un'enfasi maggiore sui rapporti e i sentimenti personali.
Le donne sono più esposte per questa ragione oggi sono molto infelici e avvertono un generale senso di rivolta.
Anche gli uomini naturalmente vengono colpiti; quando le donne non ce la fanno più e diventano fredde e sgradevoli, questo si ripercuote sui figli e sui compagni.
Ma l'uomo resiste più a lungo della donna a un mondo organizzato razionalmente.
La negazione del sentimento personale sembra essere una violazione della naturale tendenza umana alla relazione.
Privilegia la testa rispetto al corpo.

Penso che il ritorno alla natura, la vita in mezzo alla natura, sia sia un modo più adatto per immergersi nuovamente nel proprio corpo. È un modo naturale.
È quando una persona ritrova il proprio corpo, succede innanzitutto che riprenda contatto con le emozioni, che sono il ponte fra mente e corpo. Probabilmente riattiva il sistema linfatico, che influisce sulle emozioni.
Penso che l'errore sia nello scarso valore che l'intera coscienza collettiva attribuisce all'Eros.
L'Eros è  personale: si trasmette da individuo a un altro individuo in un modo esclusivo e personale.
Purtroppo l'Eros non ha più peso nella nostra società.
Non siamo più liberi di dire "Faccio questo perché amo queste cose", oppure "Agisco contro le regoleperché amo certe cose".
Le regole sono regole.
Il computer le ha elencate tutte e le cose devono andare in quel modo.
La depersonalizzazione totale e l'organizzazione massificata della società moderna distruggono i sentimenti e fanno impazzire le donne.
Tratto da "Il mondo dei sogni" di Marie Louise von Franz

Nessun commento:

Posta un commento

Google+