Follow by Email

lunedì 12 ottobre 2015

L'Ombra


Dentro ciascuno di noi si aggira un'Ombra.
Dietro la maschera che indossiamo per gli altri, sotto il volto che esponiamo, vive un lato nascosto della nostra personalità.
La notte, mentre ci abbandoniamo indifesi al sonno, questa immagine si confronta con noi faccia a faccia.

Quasi tutti noi ci identifichiamo maggiormente con i tratti che ci rendono socialmente accettabili.
Tendiamo a considerare l'Ombra imbarazzante, inferiore, talvolta un po' maligna e socialmente inaccettabile.
Ciascuno di noi emana un'Ombra; i criminali, per esempio, vivono l'aspetto peggiore della loro personalità e, di conseguenza, hanno un'Ombra positiva.
Tutti abbiamo bisogno dell'Ombra, essa ci consente di mantenere i piedi per terra, ci rammenta la nostra incompletezza e fornisce i tratti complementari della nostra personalità.
Saremo davvero molto poveri se fossimo soltanto quello che immaginiamo di essere.
L'Ombra si manifesta quando per esempio, ci sentiamo stanchi o sotto pressione e succede che una personalità diversa dalla nostra abituale si fa avanti.
Anche in caso di malattia l'Ombra emerge immediatamente. Si manifesta sotto la forma di improvviso cambiamento di carattere.
Oppure nella vita di tutti giorni quando involontariamente facciamo qualcosa come dire dei "brutti scherzi" anche se armati da buone intenzioni: perdere un libro prestato da un'amica o arrivare in ritardo agli appuntamenti ecc..
Ognuno ha il suo nemico d'elezione, il suo 'miglior nemico', per così dire.
Quando qualcuno ci fa del male è, in qualche modo naturale, odiarlo.
Ma quando non ci fa nulla di male e al solo vederlo ci sentiamo irritati allora è certo che si tratta dell'Ombra.
Quando una persona reprime o sopprime le proprie emozioni istintive, nei sogni può comparire un animale ostile.
Quanto più una persona pensa di essere virtuosa e non vive la propria Ombra, tanto più la proietta e vede gli altri come malfattori. La persona convinta di esser virtuosa vive in un costante stato di indignazione e dà la caccia alla propria Ombra nela persona di una altro.
Molto spesso le figure di Ombra ci perseguitano in sogno sotto forma di ladri e nemici pericolosi.
In genere, quando in sogno qualche cosa ci perseguita, significa che in qualche modo vule raggiungerci. ma siccome ciò che ci perseguita ci fa paura, lo rappresentiamo sottoforma di figure malvagge.
Quando impariamo a conoscere la nostra Ombra e a viverla un po' di più, diventiamo più accessibili, naturali, umani e completi.
Le persone senz'Ombra, i perfetti, infliggono a quelli che stanno loro intorno un irritante senso di inferiorità.
Si comportano in modo superiore rispetto ai comuni mortali.
L'Ombra è veramente la nostra funzione sociale migliore ci integra all'interno del gruppo umano.
Le buone qualità ci pongono al di sopra del gruppo. L'Ombra ci rende uomini tra gli uomini e umani, semplicemente umani.
Dice un proverbio: "L'uomo è sempre pronto a vedere il male altrui". perchè allora può sempre dire: "E' l'altro, non sono io".
Questo fatto gioca un ruolo fondamentale nella cosidetta 'psicologia del capro espiatorio'. In alcuni gruppi, di solito la famiglia, c'è spesso un bambino o un altro membro che assume il ruolo di colui che compie il male che gli altri desidererebbero ma non osano compiere.
Nella società è probabilmente il criminale a rivestire questo ruolo; è lui il 'redentore negativo'.
Nell'aspetto in ombra della nostra personalità, siamo copme mescolati, confusi, con il mondo circostante e, per quanto difficile, è molto importante che conosciamo bene la nostra Ombra e la teniamo fuori dai fenomeni di gruppo. 
Anche l'energia creativa non espressa può rivelarsi nei sogni come un aspetto dell'Ombra personale.
L'Ombra è spesso personificata in sogno dagli amici, questo perchè noi facciamo amicizia con persone che esprimono la nostra Ombra, gli amici sanno spesso fare cose che noi non siamo in grado di fare.
Dimmi chi sono i tuoi amici e avrò un bel quadro dei tuoi pregi e i tuoi difetti. Qualità e difetti ci attraggono in equal misura, entrambi esercitano fascino.
Se non lavorariamo sulla nostra Ombra sussisterà sempre un rapporto di odio-amore con l'Ombra stessa e con gli amici.
Tratto da "Il mondo dei sogni" di Marie Louise von Franz

Nessun commento:

Posta un commento

Google+