Follow by Email

lunedì 27 ottobre 2014

La Contro-iniziazione, la Pseudo-iniziazione e il Sincretismo


"...Poiché è così che tutti i disordini parziali, anche quando appaiono in qualche modo come il disordine per eccellenza, sono nondimeno necessari nel concorrere all'ordine totale" R.Guenon
Contro-iniziazione:
È una contraffazione nel senso che imita necessariamente l'iniziazione come un'ombra invertita, la sua intenzione vera non è quella di imitarla ma di opporlersi Questa pretesa è vana in quanto il campo metafisico e spirituale, che è al di là di tutte le opposizioni, le è assolutamente interdetto: tutto ciò che essa può fare è ignorarlo o negarlo, nell'assoluta impossibilità di andare al di là del mondo intermedio, cioè di quel campo psichico che è per tutti i versi il campo privilegiato dell'influenza di Satana, tanto nell'ordine umano quanto nell'ordine cosmico.
Pseudo-iniziazione:
Si tratta di una parodia è priva di ogni realtà profonda, il suo valore intrinseco, non essendo positivo come quello dell'iniziazione e neppure negativo come quello della contro-iniziazione, è semplicemente nullo: tuttavia essa si riduce a un gioco più o meno inoffensivo ma i riti, in virtù della loro natura "sacra" nel più rigoroso senso della parola, sono cose che non si possono mai simulare impunemente.
Inoltre le contraffazioni pseudo-tradizionali a cui si riferiscono, raggiungono la loro massima gravità perché si traducono in un'azione effettiva invece di rimanere allo stato di più o meno vaghe concezioni, e secondariamente perché il loro attacco verte sull'aspetto interiore della tradizione, su ciò che ne costituisce veramente lo spirito, ossia sul campo esoterico e iniziatico.
Spesso la contro-iniziazione si dedica all'introduzione dei propri agenti nelle organizzazioni pseudo-iniziatiche: costoro le "ispirano"  all'insaputa dei loro membri ordinari e spesso anche dei loro capi apparenti i quali, come gli altri, sono altrettanto allo scuro della causa a cui sono a servizio.
La pseudo-iniziazione non è altro che un ingranaggio, ma un ingranaggio che può comandarne molti altri e sul quale questi altri vengono in qualche modo ad ingraziarsi ricevendone il proprio impulso.
Essa imita in questo modo la funzione di motore invisibile.
Sincretismo:
Uno dei mezzi più semplici che le organizzazioni pseudo-iniziatiche hanno a disposizione per fabbricare una falsa tradizione ad uso dei loro aderenti, è il sincretismo, il quale consiste nel riunire bene o male elementi presi a prestito un po' dappertutto, nel giustapporli in qualche modo "dall'esterno", senza alcuna comprensione reale di quel che essi rappresentano veramente nelle diverse tradizioni a cui specificatamente appartengono. Ma poiché occorre dare a questa accozzaglia più o meno informe una certa apparenza di unità, allo scopo di poterla presentare come "dottrina", so cercherà di raggruppare quegli elementi intorno a certe "idee direttrici", le quali a loro volta, ben lungi dall'avere un'origine tradizionale, saranno in generale concezione del tutto profane e moderne, cioè antitradizionali:
L'idea di evoluzione svolge una funzione preponderante.
Si tratta di una tendenza a snaturare o meglio deviare gli elementi presi in prestito, perché con questi medoti si sarà indotti ad attribuire loro, in accordo con l'"idea direttrice", un significato così alterato da essere in diretto contrasto con quello tradizionale.
Si diventa così totalmente ciechi sulla tradizione vera e delle suggestioni di cui questi "pseudo-iniziati" sono le prime vittime prima che essi contribuiscano per conto loro ad inculcarle in altri...costoro sono degli illusi, o vengono illusi.
Tratto da "Il Regno della Quantità e i Segni dei Tempi" R.Guenon

Nessun commento:

Posta un commento

Google+