Follow by Email

venerdì 8 agosto 2014

"Gli opposti non si attraggono..."


Non ho mai creduto che gli opposti si attraessero... molta gente si ostina a credere che scegliendo tutto ciò che non appartiene alla propria personalità possa distogliere da ciò che infastidisce di sé, proiettando la frustrazione verso l'esterno... 
Credo che la vera prova di amore verso sé stessi è sentirsi attratti dal proprio simile...
In fisica due particelle con la stessa carica, in un determinato spazio in cui possono interagire, si scontrano in continuazione respingendosi, alla fine però non è vero che esse non si uniscono, ma la loro unione è diversa da quella che avviene nel caso delle particelle con carica opposta.
Le particelle con carica uguale quando si uniscono si accrescono mentre le particelle con carica opposta si compensano.
Mi piacerebbe incontrare una persona che mi è simile, spesso la gente mi trova complicata, in realtà, non c'è nulla di più difficile da capire di chi è semplicemente sè stesso...
Molto più facile individuare le "maschere sociali" (ecco perchè le persone in genere sono facili da comprendere), ma una personalità sincera spiazza perchè non aderisce a nessuno standard.
Per questo bambini e animali sembrano comprendermi nel profondo loro non sono contaminati da stereotipi sociali, riescono a scorgere là dove l'adulto non riesce a vedere...
Carpiscono l'essenza vera di un anima e non si soffermano all'apparente complessità..
Le persone semplici hanno degli hobby complicati ma i loro passatempi sono le sole strutture che si creano.. strutture che probabilmente e inconsciamente servono a distogliere e a scoraggiare chi si ferma solo all'apparenza delle cose.
Spesso troppo spesso mi sento dire che sono complicata, spesso molto spesso io invece trovo semplicemente incomprensibile per gli altri la mia semplicità..
Come un'opera di un ipotetico artista che prima di morire ritrae un cavatappi, semplicemente perchè vuole farlo, probabilmente critici e filosofi starebbero lì a pensare il vero significato nascosto del quadro... solo un bambino risponderebbe che quel quadro è solo una rappresentazione di un cavatappi.. che poi sarebbe l'unica realtà dell'opera stessa...
La gente tende a spiegare in modo complicato la semplicità delle cose..
La persona che saprà guardarmi con gli occhi di un bambino, semplicemente per ciò che sono, conquisterà la mia attenzione...
Credo che solo una persona semplice e senza maschere sociali possa realmente vedere chiaramente l'essenza del proprio simile... ecco perchè gli opposti in questi casi non hanno speranza di potersi comprendere..
Nell'AniMo Antico



2 commenti:

Google+