Follow by Email

mercoledì 30 luglio 2014

Om


La parola Om è il Brahman trascendente e immanente, lo Spirito Supremo.
La Parola Om, o Aum, ha tre suoni.
Colui che sofferma la sua meditazione sul primo, ne è illuminato e dopo la morte ritorna veloce a questo mondo di uomini guidato dalle armonie del Rig Veda.
Rimanendo qui in fermezza, purezza e verità, egli ottiene grandezza.
Ma se egli pone la mente in meditazione sui primi due suoni, è condotto dalle armonie dello Yajur Veda alle regioni della luna. E dopo aver goduto le gioie celesti di quelle, fa ritorno alla terra.
Ma se, con i tre suoni dell'Om eterno, egli pone la sua mente in meditazione sullo Spirito Supremo, egli giunge alle regioni della luce del sole.
Là si libera da tutto il male, come un serpente che muta la pelle, e, con le armonie del Sama Veda, egli giunge al cielo di Brahman da dove può osservare lo Spirito che dimora nelle città del corpo umano e che è al di sopra della vita più alta. È detto in due versi:
I tre suoni non in unione guidano di nuovo alla vita che muore; ma il saggio che li mescola in una armonia di unione diviene fermo nelle azioni esteriori, intime e mediane: egli non trema più.
Con l'aiuto dell'Om, il sapiente raggiunge le regioni che i veggenti conoscono nelle armonie del Sama Veda. Lì egli trova la pace dello Spirito Supremo, lì morte e dissoluzione non esistono, lì dove non esiste timore.
PRASNA UPANISHAD Quinto quesito

Esistono due vie per la contemplazione di Brahman: nel suono e nel silenzio. Attraverso il suono noi arriviamo al silenzio.
Il suono di Brahman è Om. Con Om noi giungiamo alla Fine: il silenzio di Brahman. La Fine è immortalità, unione e pace.
Alla fine dell'Om c'è il silenzio. È un silenzio di gioia.
Dio è suono e silenzio. Il suo nome è Om. Raggiungi perciò la contemplazione, la contemplazione di lui in silenzio.
MAITRI UPANISHAD (6.22-6.23) 

Prajapati, il Creatore di tutto, era in meditazione vivificante sui mondi della creazione e da essi vennero i tre Veda.
Egli rimase in meditazione e da essi vennero i tre suoni: Bhru, Bhuvas, Svar, terra, aria e cielo.
Proseguì la meditazione e dai tre suoni venne il suono Om.
Come tutte le foglie vengono da uno stelo, tutte le parole vengono dal suono Om.
Om è l'intero universo.
Om è proprio l'intero universo.
CHANDOGYA UPANISHAD (2.23.2)

Nessun commento:

Posta un commento

Google+