Follow by Email

venerdì 16 maggio 2014

La Donna Selvaggia

"Siamo pervarse dalla nostalgia per l'antica natura selvaggia.
Ci hanno insegnato a vergognarci di un simile desiderio.
Ci siamo lasciate crescere i capelli e li abbiamo usati per nascondere i sentimenti.
Ma l'ombra della Donna Selvaggia ancora si appiatta dietro di noi, nei nostri giorni, nelle nostre notti.
Ovunque e sempre, l'ombra che ci trotterella dietro va indubbiamente a quattro zampe."
Clarissa Pinkola Estès
Cheyenne, Wyoming
Mi sono sempre sentita una Lupa, selvaggia, solitaria e libera dagli schemi mentali imposti dalla società...
Inaddomesticabile, sincera nella sua spietata arte oratoria, tagliente diretta...
Per me la vita è una corsa controcorrente, è uno stare in armonia con me stessa e poco importa se  non con gli altri..
È il benessere che ti dà solo la natura e non le cose... Gli animali e non le persone...
Le mie orecchie a punta sono sempre state lì... Come la mia coda..
I miei occhi sanno guardare, il mio naso annusare...
Ululo allo splendore della Luna, ringhio se qualcuno mi vuole imprigionare...
So difendere e accudire, so combattere e ricevere le coccole...ma scelgo io da chi riceverle...
Non sopporto la vista della gente addomesticata come i cagnolini che escono dalla toletta profumati e infiocchettati, preferisco l'odore del fango e della terra...
Libera come il vento, che non si può fermare o ingabbiare, arriva e ti scapiglia, ti accarezza e ti stravolge...
Cerco solo capibranco che sappiano correre insieme e accanto a me...
Che siano forti e fieri, che abbiano la loro forza non solo nel corpo ma nell'anima...
Niente collari o guinzagli ma solo una libera corsa uno accanto all'altro...
Sono una lupa solitaria ma se mi lego potrei rimanere per sempre, se mi annoio correrò via lontano verso altri luoghi...
Ma quante volte mi hanno detto che ero io la sbagliata...e invece non mi sono mai piegata ad essere diversa da come sono...
Questo libro mi dà coraggio a continuare ad essere me stessa, ma soprattutto, ad esortare le donne a ritrovare la Donna Selvaggia che è in loro...
Nell'AniMo Antico

"La Donna Selvaggia vi appartiene. Appartiene a tutte le donne.
Per trovarla, ognuna di noi deve tornare alla sua via istintiva, alla sua più profonda sapienza.
Lasciamo cadere i falsi manti che ci hanno dato. Indossiamo il manto autentico dell'istinto possente della conoscenza. Sciogliamo le bende, prepariamo il balsamo. Torniamo ad essere, ora, le donne selvagge che ululano, ridono, cantano Colei che ci ama tanto.
Senza di noi la Donna Selvaggia muore. Senza la Donna Selvaggia, siamo noi a morire."
Dal libro "Donne che corrono coi lupi" 

3 commenti:

  1. "Non sopporto la vista della gente addomesticata come i cagnolini che escono dalla toletta profumati e infiocchettati, preferisco l'odore del fango e della terra...
    Libera come il vento, che non si può fermare o ingabbiare, arriva e ti scapiglia, ti accarezza e ti stravolge...
    Cerco solo capibranco che sappiano correre insieme e accanto a me...
    Che siano forti e fieri, che abbiano la loro forza non solo nel corpo ma nell'anima...
    Niente collari o guinzagli ma solo una libera corsa uno accanto all'altro...
    Sono una lupa solitaria ma se mi lego potrei rimanere per sempre, se mi annoio correrò via lontano verso altri luoghi...
    Ma quante volte mi hanno detto che ero io la sbagliata...e invece non mi sono mai piegata ad essere diversa da come sono... "

    Come si fa a cambiare cio' che è già bello? Lo senti scorrere sotto pelle , dentro. Senza dubbi, senza domande. Puo' solo diventare ancor piu' forte.

    RispondiElimina

Google+