Follow by Email

sabato 31 maggio 2014

....Dedica....



"Voglio dedicarti questa poesia... condividerla con chi puo' averla vissuta...per augurarti una serena nottata...
scritta in un momento particolare. Notte Antonella...

Sono il Silenzio che ama il tuo dolore
l'accettazione di ogni tua ferita
d'ogni tua debolezza
dei tuoi presunti peccati agli occhi della gente
ma non ai miei.
SONO LO STARE immerso nella tristezza
immobile
nelle tue depressioni senza giudicarle...VEGLIO.
Sono le mie espressioni perchè non conosco espressioni
sono nel tuo morire continuo
in un mondo che non sa di Te.
OSSERVO
la tua Bellezza crescere negli affanni
ti accarezzo e talvolta non mi senti
ma anche nelle tue gioie quotidiane
contemplo tutto, non solo a metà.
ASCOLTO
il tuo gemito e i tuoi orgasmi e le tue urla
il tuo disagio
dentro lacrime salate
quando ti manca il mio sapore che è anche il tuo
come ti manca il mio profumo
quando senti che manca tutto pur avendo tutto.
Ma io ti dò il mondo sulle mani
tutte le ricchezze
tutte le donne che vuoi
casa famiglia parenti e lavoro
tutti gli umoni che desideri per soddisfarti
e riempire il tuo esser sola
il vuoto che aspetta la Fonte.
Io STO dentro Te
in un luogo che non c'è
nel tempo che si è fermato
nell' ADESSO mai concluso.
Non mi interessa giudicarti,
non ho dita da puntare nel bene e nel male
quelle sono le tue e francamente lasciatelo dire
hai piu' dita nella testa che nelle mani.
Per Me non sei giusta ne sbagliata
vera o falsa
bella o brutta
sono il nulla che alberga sotto il tuo naso
dentro i tuoi pensieri " sotto"...
ben vestito da un corpo che ha le tue linee mozzafiato.
Ci sono per sempre...
non soltanto in questa tua vita
in questa tua parentesi
che ha i tuoi occhi la tua bocca i tuoi lunghi capelli.
Io non giudico cio' che è fatto di me
si imbratta di me
fanciulla che cerca di esprimersi...
di ritornare alla sua indipendenza.
Io voglio che ti sporchi di Te
che tu non abbia alcun rimpianto
per non aver provato
a distruggere cio' che non ha il tuo palato fino
e non inebria le tue narici.
Devi provare per distinguere
cio' che ti piace da cio' che non fa per Te,
ma tu hai orecchie per le opinioni
in un mondo fatto di avidità.
Voglio che le tue paure siano risolte e non ferme
in attesa
di nutrire cio' che avvelena.
Sono lo STARE che ama il tuo dolore
che ama il tuo sorriso e le tue farfalle
sono lo STARE senza giudizio dentro Te
l'incantesimo da scoprire
la chiave che apre tutte le porte
e si muove disinvolto nel tuo dolcissimo calore.
Ti prendo sempre per mano
e non conosco stanchezza
delusione e fretta,
ma non perdo nemmeno un secondo di te.
Non mi aspetto niente
e nulla ho da chiedere
non conosco domande e sono tutte le risposte
non ha alcuna importanza quel che fai
e quel che non fai
godo del tuo respiro... mi basta.
Sinceramente non vedo l'ora che tu lo sappia."

Nessun commento:

Posta un commento

Google+