Follow by Email

venerdì 11 aprile 2014

Risveglio della dimensione metafisica con i "suoni sacri"

Fin dai tempi più remoti, l'uomo si è procurato dei mezzi per ottenere l'energia necessaria a vivere in comunione con l'assoluto.
Ogni individuo è dotato della facoltà di riflettere l'universo come potrebbe fare uno specchio dalle molteplici sfaccettature e di percepirne gli accenti profondi e nascosti
L'uomo vive in un bagno acustico anche quando crede di essere avvolto da un ambiente silenzioso, mentre l'aria crea intorno a lui un campo attivo alimentato dall'agitazione molecolare.
I movimenti vibratori sul corpo umano passano attraverso diverse attività sensoriali; dal momento che ogni organo e pensiero è sollecitato dalle vibrazioni acustiche, il sistema nervoso è chiamato a dare il suo contributo e l'orecchio viene modellato secondo il "sentire profondo" dell'individuo.
In tutte le tradizioni sia orientali che occidentali al suono è sempre stato attribuito un carattere sacro: la preghiera, i mantra, le litanie, basti pensare che qualsiasi cerimonia, rito, culto, abbiamo canti e suoni che enfatizzano il tutto, e questo è un modo che permette di entrare in contatto con il divino che è dentro di noi, dando effetti benefici anche in termini di salute (Musicoterapia)
L'orecchio ha un'importante funzione di collegamento: ogni stimolazione sonora si trasforma in un processo di sollecitazione del corpo e della mente attraverso la percezione delle onde sonore da parte del padiglione auricolare.
Il suono della preghiera ha il magico potere di ricongiungere l'uomo a una dimensione superiore, il bisogno di trascendere è innato nell'individuo e originato dal bisogno di dare un senso alla vita, la fede ricollega l'uomo a ciò che è misterioso e separato da lui.
Esistono dei suoni "sacri" che provocano il risveglio della dimensione metafisica che è in ciascuno di noi, essi producono l'aumento del tono delle onde cerebrali e della dinamica del sistema nervoso nel suo insieme.
La stimolazione sonora crea un'attivazione energetica cerebrale e corporea in cui il suono è fonte di energia e il fraseggio musicale crea l'atmosfera propizia al raccoglimento.
L'OM è una sillaba sacra molto potente che rappresenta l'Assoluto, Fonte Suprema, Potenza Creativa, la somma di tutti i suoni
.
È il mantra della compassione piena di Amore.
Contribuisce a creare un Suono Cosmico se cantato con altre persone, e inonda la propria vita di energia positiva e amorevole se recitato spesso anche da soli o pensato:
Permette di accedere all'Ineffabile e di essere in armonia con il suono emesso dall'universo, vivere in comunione con il cosmo in quanto questo suono contiene da solo tutto il linguaggio, il pensiero e la magia del cosmo.
Saperlo pronunciare e ascoltare è un'arte da imparare, esso è un seme che se piantato nel nostro cuore darà il suo frutto.
Il suono della voce in genere è in assoluto il tramite da sempre ritenuto il mezzo etereo e la chiave primaria del rito magico-religioso.
Vibrazioni che mettono in movimento l'etere nel mondo della materia sottilissima che sono ritmiche per loro natura.
Le parole sono articolazioni di note musicali emesse dalla bocca, il cui suono viene modulato a volontà e secondo l'energia di chi lo esprime.
Si può affermare con certezza che il suono della parola ha una forte azione energetica e sensibile sulle cose vive.
Queste parole potenti sono canti ed emissioni di articolazione di volontà animate o no da idee concrete.
Le parole hanno un maggior dominio sulla realtà ed è per questo che conoscere il vero nome di una cosa equivale a controllarla fin dai tempi più remoti.
La parola ha sempre rivestito un'importanza suprema poiché esprime il senso più intimo del verbo reso manifesto.


 

Nessun commento:

Posta un commento

Google+