Follow by Email

venerdì 4 aprile 2014

Le creature più belle...

Amo raccogliere i fiori nel deserto, o quelli nati tra le fessure dell'asfalto...
Amo collezionare le penne cadute dalle ali degli angeli...
Ricerco le gemme più luminose e preziose nella terra più scura...
Raccolgo le perle dal fondo del mare...
Amo la purezza nella materia corrotta...
Amo il fiore del loto perché nasce immacolato dalle acque più torride...
Tutto ciò che è più improbabile ha la bellezza della rarità, della difficoltà di essere e nonostante tutto È...
Il paradosso è l'unico modo per rappresentare Dio ma anche le sue creature più belle...
Non l'impossibile ma l'improbabile che amo di più, perché non vi è una soluzione scontata...
Ogni tesoro ha in sé non solo il valore inestimabile ma anche la difficoltà di essere raggiunto, perché sono caratteristiche peculiari di esso..
La vita genera materia corruttibile ma è la stessa materia che deve compiere il proprio processo di fortificazione all'incorruttibilità...
Ecco perché vi sono anime preziose sparse ovunque....
E il mio passatempo preferito è quello di cercarne quante me ne sia possibile, per deliziarmi dell'energia e la luce splendente da loro emanata senza possederle..
Come si fa con le farfalle più belle...
...Non intrappolarle, ma lasciale volare leggere nell'aria ammirandone l'essenza e la bellezza dell'essere semplicemente meravigliose...
Nell'AniMo Antico

Nessun commento:

Posta un commento

Google+