Follow by Email

domenica 30 marzo 2014

...Sulla Legge Di Attrazione...

Questa è la mia riflessione sulla Legge di Attrazione:
Il Sistema l'ha resa assolutamente commerciale, un  prodotto del business, "raccontata" e semplificata da un famoso libro che ne parla ampliamente in maniera materiale e a mio avviso illusoria.
Secondo me sta servendo unicamente come mezzo di amplificazione di 'ego' umani, formando masse di  persone che si affidano ad essa senza conoscere nulla sull'Anima e sui suoi 'complessi meccanismi'.
Rendere "commerciale" la legge di Attrazione è una delle mosse che il Sistema ha creato per creare false illusioni, falsi positivi...
 La Legge di Attrazione e il pensiero positivo hanno un senso se comprese affondo, non si può credere che solo pensando...ma poi lo sbaglio è proprio in questo, che basta "pensare" egoicamente a ciò che si vuole!
Certi desideri dovrebbero venire dal profondo... dalla parte più intima di noi, dalla nostra Essenza e Anima.. Quindi va da sè che già il voler attrarre cose materiali per il nostro personale benessere non è conforme alle leggi dell'Universo a meno che non sia nel nostro destino.
Spesso ciò che è meglio per noi in dati momenti della nostra vita, potrebbe anche non rispecchiare un'esperienza positiva, ma,  periodi o avvenimenti apparentemente negativi, spesso proprio da questi momenti s'imparano delle lezioni e si "cresce animicamente" molto più che nelle situazioni a noi favorevoli, e quindi anche quest'ultimi andrebbero accolti con lo stesso slancio di quelli positivi.
Essa viene pienamente compresa solo dopo un cammino di crescita personale e spirituale, solo quando si apprendere il saper accogliere ciò che la nostra Anima "domanda" all'Universo, senza la presunzione di sapere quale sia il disegno universale per noi.
Il falso mito della Legge di Attrazione a "buon mercato" può creare illusioni e di conseguenza anche grandi delusioni.
Iniziamo a domandarci il perchè di qualsiasi situazione ci stia capitando, sia positiva (in cui spesso e più facilmente si perde il contatto con il nostro Sè) sia negativa (in cui ci si può perdere davvero, ma ci si può anche avvicinare sempre più al nostro profondo se comprendiamo l'esperienza), ma soprattutto quale lezione si debba imparare da essa, quale parte della nostra personalità si debba fortificare per "avvicinarsi" alla propria Anima.
Ma l'uomo presuntuoso ed egoico pensa di poter agire come un dio senza percorrere la via che lo porta verso la conoscenza profonda e al risveglio a un livello superiore di coscienza.
L'uomo umile che ad ogni situazione sa chiedere cosa deve imparare dalla lezione di vita, che in fondo è stata attirata  proprio dalla nostra Anima, imparerà a padroneggiarla e a saperla utilizzare
Solo in questo modo riusciremo a partecipare  al grande 'Disegno Universale' che noi piccoli uomini non possiamo comunque controllare in quanto l'Ego nulla può contro il cammino dell'Anima ma solo risvegliarsi verso una consapevolezza maggiore:
diventiamo così sia soggetti passivi ma al contempo attivi della nostra vita 
Solo quando riusciremo a "scorgere" il nostro cammino i nostri desideri diventeranno nient'altro che tutto ciò che è conforme al nostro percorso individuale.
Il business internazionale sta creando una massa credulona e illusa per farla elevare a livello egoico ad altezze vertiginose per poi lasciarla cadere rovinosamente nello sconforto... mentre chi cresce nel profondo di se e si eleva a livello spirituale e cosciente sviluppa il "potere di planare" sugli eventi della vita:
....nei momenti di tempesta sono gli alberi con salde radici profonde che rimangono in piedi, al di là di come appaiono nel tronco e nella chioma...
Nell'AniMo Antico

Nessun commento:

Posta un commento

Google+