Follow by Email

venerdì 31 gennaio 2014

Simbologia della Caverna e del Labirinto

C'è una stretta relazione tra questi due simboli, essi sono collegati all'idea di viaggio sotterraneo.
Prendendo in esame la caverna essa è il simbolo ambivalente del luogo iniziatico e di quello funerario:
effettivamente se prendiamo il significato simbolico della morte, dopo di essa vi è sempre una rinascita e quindi un'iniziazione a nuova vita, il passaggio dalle tenebre alla luce.
Quindi vediamo come questi due aspetti, nascita e morte, nel loro significato di passaggio da uno stato ad un altro  che avviene passando nell'oscurità, sia perfettamente complementare nel simbolismo della caverna.

La caverna iniziatica è assunta come immagine del mondo, essa deve formare un tutto completo e contenere in sé stessa la rappresentazione del cielo come quella della terra.
La caverna iniziatica è illuminata all'interno, sicché l'oscurità regna al di fuori di essa, essendo naturalmente il mondo profano assimilato alle 'tenebre esterne' al tempo stesso un' 'illuminazione'.
Il simbolo della caverna è completamente a quello della montagna, e dall'altra, nel rapporto che unisce strettamente il simbolismo della caverna a quello del cuore.
Il labirinto ha una duplice ragion d'essere, nel senso che permette o impedisce, secondo il caso, l'accesso ad un certo luogo in cui non devono penetrare tutti indistintamente.
Il percorso del labirinto è dunque propriamente una rappresentazione delle prove iniziatiche; ed è facile rendersi conto che se serviva all'accesso di certi santuari, veniva disposto in modo tale da far sì che i riti corrispondenti fossero compiuti lungo il percorso stesso.
Esso è analogo all'idea di viaggio, sotto l'aspetto in cui essa è assimilata alle prove stesse dei viaggi iniziatici.
Un altro simbolo equivalente è quello del pellegrinaggio: ricordiamo che spesso nelle chiese troviamo labirinti tracciati sul pavimento che vengono considerati come sostituti del pellegrinaggio in Terra Santa.
Il labirinto è anche inteso come simbolo si protezione e difesa, ricordiamo il suo impiego tattico all'entrata di certe città  e di altri luoghi fortificati.
Questi labirinti però non erano usati solo per i nemici umani, ma anche contro le influenze psichiche ostili assumendo un valore rituale.
Ricordiamo che le città e la loro fondazione erano sottomesse a regole dipendenti essenzialmente dalla scienza sacra, Il Sacro Monte Palatino  Mandala come Creazione Cosmica  Dai Mandala la nascita delle Città
È del tutto evidente che se la caverna è il luogo in cui si compie l'iniziazione stessa, il labirinto, luogo della prove preliminari, non può essere nulla più che il cammino che vi conduce e al tempo stesso l'ostacolo che ne impedisce l'accesso ai profani.
Consideriamo la caverna un centro spirituale e simbolo del cuore Il Centro  Sacro Cuore e la Leggenda del Santo Graal
Il labirinto è assimilabile al concetto di 'tenebre esteriori' alle quali si applica perfettamente lo stato di 'erranza' espressione del percorso che conduce all'iniziazione nella caverna.

Fonte"Simboli della Scienza sacra" di R. Guènon

Nessun commento:

Posta un commento

Google+