Follow by Email

sabato 20 luglio 2013

La "funzione trascendente" della Terra

 
Questo post nasce dal commento di una donna su questioni di differenza tra il mondo femminile e quello maschile.
Queste parole mi hanno colpito e fatto riflettere in quanto vi ho riconosciuto gli effetti della funzione trascendente ma applicata alla Terra.
 La massima evoluzione del pianeta in cui viviamo!
 Fin ora ho sempre pubblicato post tratti dai testi di Jung che evidenziavano l'evoluzione psichica personale, beh, in base alla funzione trascendente dell'essere umano singolo inteso come microcosmo, possiamo comprendere quella dell'intera umanità intesa come macrocosmo con la medesima metodologia; 
 l'unione degli opposti che vanno a fondersi e a compensarsi  reciprocamente senza che l'uno danneggi, oscuri, divarichi o prescinda sull'altro, un Tao mondiale, la Via per rendere possibile l'amore Totale, Universale, quella via (la sola ed unica) che può ricondurci al Tutto.
 
Le parole sono queste:
" Per secoli la donna è stata : sfruttata, usata, violentata, venduta, usata come merce di scambio e dentro di lei si è creata una lacerazione, un vuoto. le energie planetarie dal 1900 sono cambiate e se prima per 5000 anni avevano sostenuto l'uomo, ora per altri 5000 sosterranno la donna che dovrà guidare l'umanità fuori dalla povertà (su più livelli, affettivi, emozionali, di bellezza, economici... ecc) che l'uomo ha creato. in questi primi 100 anni dove la donna ha dovuto lottare per farsi riconoscere, ha dovuto usare la parte più maschile di se stessa e a volte è divenuta più cinica dell'uomo, ma questo è solo un processo evolutivo. da ora in poi la donna e l'uomo dovranno guardarsi negli occhi e riconoscere reciprocamente i propri limiti e mancanze. dovranno fare pace e non essere in competizione, questa non è una gara. Dovrà essere riconosciuto dall'uomo il grande dolore provocato alle donne di tutte le ere,dovranno essere capaci di chiedere perdono, e la donna dovrà accettare che tutto questo facesse parte di un processo evolutivo e riuscire a perdonarvi. fino a che questo lavoro non verrà fatto da una massa critica consapevole, questo pianeta continuerà a muoversi con la stessa dualità. Al punto evolutivo nel quale ci troviamo non si deve più guardare chi ha ragione e chi ha torto, ma fare tutti un passo indietro, riconoscere i propri errori, chiedere umilmente perdono e ripartire con una integrità che possa essere attribuita ad un essere che si ritiene superiore."
Zelia R.
 
 Con questo si intende finalmente l'unione degli opposti in un unico nucleo, finalmente la congiunzione dello Yin e dello Yang senza che vi sia la supremazia dell'uno o dell'altro, finalmente la coppia cosmica, l'amore universale e totale, finalmente niente più contrasti ma solo cooperazione per la vera sopravvivenza... Questa è, e sarà la vera evoluzione ultima dell'essere umano, la conditio sine qua non per un'esistenza diversa! Il Tao della vita.... l'ultimo stadio evolutivo dell'uomo...
 

Nessun commento:

Posta un commento

Google+