Follow by Email

domenica 9 giugno 2013

Nell'AniMo Antico; il perfetto anagramma del mio nome completo....

Ho voluto creare un blog tutto mio per avere un posticino dove scrivere tutto ciò che voglio e tutto ciò che mi piace;
Per ora mi limito a sintetizzare gli insegnamenti dei libri che amo leggere.... forse più il là...chissà... scriverò qualcosa di mio, anche se ci vuole coraggio perchè quando si crea qualcosa si mette a nudo e a disposizione di un pubblico la propria anima.
Le mie letture sono un continuo trovare... trovare le risposte alle mie numerose domande che mi pongo nel quotidiano da sempre.
 Non sempre si riesce a trovare il libro giusto, in passato non sempre riuscivo ad imboccare la giusta lettura, ma poi come una crescita interiore ho imparato ad ascoltare una "voce" qualcosa che non emette suono (inteso come normalmente percepito dal senso dell'udito) ma che tu sai come decodificare e sai che ti porta alla scelta migliore senza capire come, senza interrogarti sul perchè, a volte mi fa passare da qualcosa che può sembrare apparentemente inutile o fuorviante ma in cui trovo la citazione o l'input giusto per trovare ciò che cerco.
 Credo che ci siano tante "Antonelle" che cercano una risposta a qualcosa e magari per una serie di coincidenze si imbattono nel mio blog e forse riescono a trovare, se non la risposta, un indizio, il titolo di un libro o il nome di un genio del passato o del presente che possa dissipare dei dubbi!
Proprio come ho fatto io, proprio come è successo a me; la ricerca è come un cammino, dove tu ti devi affidare alla parte più istintiva di te e avere una fede saldissima... in sè stessi nelle proprie capacità e percepire dove andare, dove girare qual è la giusta direzione....
Non pretendo di essere compresa da tutti in ciò che scrivo ma so che ci sono molte persone che possono capire dal profondo ciò che voglio dire.
Il mio blog ha un'aria surreale, la mia vita a volte sembra surreale, i miei pesieri poi.... viaggiano in mondi infiniti... a volte mi ritrovo a guardare dal finestrino del treno e immaginare tutto ciò che mi rende felice e lo vivo talmente intensamente che sembra una realtà parallela.... anzi, per meglio dire, i pensieri sono vibrazioni o comunque producono vibrazioni e se tutto è vibrazione ciò che riesci ad immaginare, a visualizzare... è già lì che ti aspetta non importa come raggiungerlo non importa quanto tempo ci vorrà.... e in fin dei conti cos'è il tempo? noi ci siamo imposti lo scandire del tempo!
Nel crescere sia biologicamente, sia mentalmente ma soprattutto spiritualmente ho appreso l'arte della pazienza, e non c'è tecnica che la possa spiegare perchè la apprendi solo quando ti rendi conto che tutto è relativo e basta vivere ogni istante intensamente per far sì che ogni giorno, ora, minuto, passi talmente "in fretta" che quasi non riesi a trattenere l'entusiasmo di vivere......
Credo nella legge d'attrazione ma ho imparato anche che tale legge (almeno per me) funziona solo se ciò che voglio è espresso a un livello superiore di coscienza, col cuore puro e senza danneggiare niente e nessuno... ho già raggiunto tanti piccoli traguardi nella mia vita grazie ad essa anche quando non la conoscevo, tutto ciò che desideravo col cuore puro mi arrivava e a posteriori ho capito perchè... giorno dopo giorno riesco a "guadagnare" tutto ciò che desidero ma senza fretta e senza aspettarlo....
Credo nell'energia vitale e so che là dove indirizzi i tuoi pensieri (l'energia dei tuoi pensieri) lì inizia l'azione, credo che quando si abbraccia la positività nella vita nulla può distruggere la forza che hai!
Anche quando tutto sembra sgretolarsi intorno a te... perchè se tu sei il tuo centro nulla può distruggere la tua serenità... essere il proprio centro non significa dimenticare gli altri anzi vuol dire amarli ancora di più vuol dire che crei una spirale d'amore intorno a te e sai che il fulcro è il tuo cuore e solo stando bene e in armonia riesci a far star bene anche chi ti circonda.... questa è la mia regola di vita... anche se non è sempre facile, ma so che nei momenti 'no' mi prendo il mio tempo e li vivo, li affronto e ne traggo se possibile un qualche importante insegnamento.
Non sempre la vita esterna è favorevole alla serenità, ma basta concentrare l'attenzione sulle cose realmente importanti e allora tutto ciò che è materiale diventa vacuità... mentre la tua energia diventa l'unica cosa davvero importante da difendere.....
Adoro Jung perchè grazie ai suoi libri ho capito delle cose di me stessa e della mia vita. 
Strani avvenimenti, hanno caratterizzato la mia vita e più ne fuggivo più si sono ripetuti come se mi inseguissero, fin quando ho capito a cosa mi direzionavano, in poco tempo ho passato momenti di profondo buio, la mia personale notte buia dell'anima, da cui non riuscivo a uscire senza fatali conseguenze, fin quando ho iniziato a scorgere qualcosa e finalmente ho avuto un assaggio di luce divina...
A 32 anni tutta la mia vita è cambiata profondamente, ho cercato, senza sapere cosa in particolare, e ho trovato (affidandomi all'Universo) ciò di cui avevo bisogno ma all'inizio non è stato tutto chiaramente comprensibile e ho dovuto fare ordine della mia grande esperienza.
 Tutt'ora ho dei tasselli importanti da collocare e so che mai finirò davvero...e mi viene in mente che chi pensa di essere arrivato è da lì che deve ricominciare a camminare da capo...
Quando avrò l'arroganza di pensare di essere arrivata a qualcosa e non guarderò più la vita come la guarda un bambino, con la stesa curiosità, con la stessa voglia di imparare qualcosa di nuovo in ogni minima manifestazione della Natura,  allora capirò che devo ricominciare da capo e ritrovare di nuovo me stessa, perchè è questo ciò che ho fatto dopo la mia "notte buia"
...mi sono finalmente accorta che dovevo riprendermi  me stessa che avevo tentato invano di modificare, di normalizzare, di soffocare così da rendere superficiale la mia vita e non soffrire a causa delle mie emozioni, della mia sensibilità.... ben venga la sensibilità, ben venga la "sofferenza", ben vengano le emozioni, ben venga la solitudine quando non si condivide nulla con chi ti sta intorno!
Non  bisogna omologarsi solo per fare parte della massa, perchè non esiste solitudine peggiore di quella che senti in mezzo a tanta gente che non ha nulla da condividere profondamente con te.
Ho dovuto fare delle scelte, anche dolorose, ma che rispettano me stessa nella totalità, non è sempre facile difendere i propri ideali ma alla fine ti ritrovi a volerti bene per ciò che sei, senza infrastrutture, senza mentirti, essendo onesta con la tua parte interiore.
Non sempre è facile relazionarsi con il mondo esterno ma mai come in questi anni ho incontrato persone che pur non conoscendomi sapevano capirmi e interagire con me.
Mai come ora sono felice per la mia onestà, della mia profonda sincerità, quella che si ha con sè stessi e si rispecchia con gli altri, che a volte non viene compresa... ma che lascia sempre un piccolo dono, che all'inizio  sembra non valer nulla, ma poi.... prima o poi.... verrà apprezzato.
In questi ultimi anni ho conosciuto persone che come me "cercano" e tre di esse mi hanno fatto notare che nel mio nome si celavano diversi anagrammi significativi.
Il mio nome completo è anch'esso frutto di una serie di avvenimenti che mi hanno portato ad essere chiamata cosi, sia il cognome che il nome hanno avuto la loro "storia" particolare tanto che io avrei dovuto chiamarmi Alessandra Mazzeo (dallo stesso padre e madre) forse scriverò qualcosa sulla "storia" del mio nome.
Così un giorno ho voluto fare l'anagramma del mio nome completo patendo da antico e ne è uscita una frase colma di significato che poi è il nome del blog.
Ci sono varie persone che pensano che la mia anima sia molto antica nel senso di esperienze Karmiche, e debbo dire che la mia infanzia è stata alquanto singolare quindi forse è così...
Comunque ognuno di noi  è un tassello importate nella grande Anima Mundi e tutti abbiamo il dovere di trovare o per lo meno cercare la nostra "via", il nostro cammino personale.....

1 commento:

  1. conoscere Alessandra, cogliere le essenze delle sue reincarnazioni...nel trovare un comune denominatore nei pensieri

    RispondiElimina

Google+